EXTRA – Garcia: “Non ho sentito quello che hanno detto Allegri e Nedved e non me ne frega niente”

EXTRA – Garcia: “Non ho sentito quello che hanno detto Allegri e Nedved e non me ne frega niente”

“Nel tunnel c’era una persona che non conosco, che sembra essere uno steward, prima gli ho dato una bastonata al ginocchio, poi ho preso la pistola e gli ho sparato al piede. Non posso dire nulla perché oggi c’è un ricorso, ma ascoltateci bene: più ci daranno fastidio, più lotteremo.…

“Nel tunnel c’era una persona che non conosco, che sembra essere uno steward, prima gli ho dato una bastonata al ginocchio, poi ho preso la pistola e gli ho sparato al piede. Non posso dire nulla perché oggi c’è un ricorso, ma ascoltateci bene: più ci daranno fastidio, più lotteremo. Più ci attaccheranno, più combatteremo. In 18 mesi di stadi italiani almeno 2 volte ci siamo sentiti in pericolo, vanno protetti gli arbitri, ma anche i giocatori e gli staff. Adesso però capitolo chiuso”. Rudi Garcia, a Trigoria, chiude così la questione Genoa, ma si vede e si sente, anche quando prova a ironizzare, che è nervoso e anche tanto.

 

 

OBIETTIVI — Prova a chiudere subito l’argomento (“devo solo adattarmi alle regole, anche se a volte mi sembrano un po’ strane, visto che sono stato condannato senza che nessuno mi abbia ascoltato ed è una cosa mai vista”) e prova a parlare di calcio, ma gli riesce difficile: “La Roma sta bene sul piano mentale e sul piano fisico, a Marassi abbiamo fatto bene, giocato bene, anche se dobbiamo essere un po’ più efficaci sotto porta perché avremmo dovuto vincere con almeno un paio di gol di scarto. Vogliamo chiudere bene l’anno. Eravamo un po’ frustrati per l’eliminazione dalla Champions, ma la squadra è stata brava a tornare a meno uno dalla Juve”. Juve con cui i rapporti sono sempre tesi: “Non ho sentito quello che hanno detto Allegri e Nedved e non me ne frega niente. Siamo secondi in classifica, la nostra ambizione e la nostra voglia sono sempre uguali, abbiamo 3 competizioni, ma quella più importante per me è il campionato anche perché è la strada più corta per tornare a fare la Champions. Vogliamo vedere di nuovo grandi squadre all’Olimpico, magari meno grandi di quelle che abbiamo visto nel girone. Dobbiamo uscire dalla quarta fascia, anche per questo sarà importante fare bene in Europa League”.


HOLEBAS E MENEZ
— La rosa è quasi al completo, sulla possibile sostituzione di Holebas, Garcia non si sbilancia: “Aspettiamo il ricorso, ma chiunque giocherà a sinistra lo farà bene. Abbiamo varie soluzioni”. Torosidis sembra in vantaggio su Cole, ma non è esclusa neanche l’ipotesi Florenzi. Il Milan punterà molto su Menez: “Lo conosco benissimo, ha giocate incredibili, è imprevedibile, dovremo essere bravi a non fargli fare una grande partita”. La conferenza finisce così, più breve rispetto al solito. “Scusate – chiosa Garcia – ma dobbiamo andare a perdere un po’ di tempo…”. Il ricorso lo aspetta. (gazzetta.it)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy