EXTRA – Conferenza Montella : “Voglio convinzione e umiltà”

EXTRA – Conferenza Montella : “Voglio convinzione e umiltà”

E’ tutto pronto per la sfida più sentita a Firenze. Domani sera alle 20.45 la Fiorentina affronterà al Franchi la Juventus di Massimiliano Allegri. Il tecnico viola Vincenzo Montella carica la squadra dalla sala stampa, consapevole di quanto sia importante questa gara: “Lo sappiamo, ci teniamo tanto. Abbiamo grandissimi stimoli…

E’ tutto pronto per la sfida più sentita a Firenze. Domani sera alle 20.45 la Fiorentina affronterà al Franchi la Juventus di Massimiliano Allegri. Il tecnico viola Vincenzo Montella carica la squadra dalla sala stampa, consapevole di quanto sia importante questa gara: “Lo sappiamo, ci teniamo tanto. Abbiamo grandissimi stimoli anche se sarà una gara difficile. L’avversario è di primo livello ma vogliamo regalare a noi e ai nostri tifosi qualcosa di importante”. Esatto, è questo il punto. Ripetere l’impresa del 4-2 dell’anno scorso: “Dovremo avere sacrificio, convinzione, umiltà. Forse dovremo anche dimenticare quella sfida, non farci fede”. Anche perché nel frattempo la Juventus ha cambiato guida: “E’ una squadra quasi imbattibile ed è stato bravo prima Conte a plasmarla, poi Allegri a mantenerla così”. Eppure non mancano i giocatori che possono svoltare gare del genere, in casa viola. Due nomi: Joaquin e Gomez. Partendo dallo spagnolo: “Ha dimostrato grande umiltà e spirito di sacrificio in allenamento. Mai avuto dubbi a livello tecnico su di lui e questo senso di sacrificio mi ha fatto cambiare idea”. E poi Mario, tornato al gol contro il Cagliari: “Si è sbloccato, adesso è al 100%. Contiamo tantissimo su di lui”. Testa e cuore, si affrontano così gare di questo livello: “Ci vorrà la giusta freddezza, non c’è nessuna voglia di rivincita rispetto a quel gol di Pirlo in Europa League”. Che condannò i viola agli ottavi di finale.

 

Domani sarà tutta un’altra partita: “Loro potranno cambiare qualcosa a livello tattico. Hanno tanti centrocampisti forti ma in difesa qualche assenza di troppo”. Eppure i simboli bianco neri non mancano: “Ne hanno tanti. Da Pirlo a Tevez, da Buffon a Chiellini. Hanno tante armi. Pizarro? Sta bene ed è disponibile. Mati Fernandez? Si è adattato benissimo sia da interno che da trequartista”. Potrebbero risultare fondamentali domani. Anche se i vola avranno bisogno anche dell’apporto del pubblico. Il Franchi sarà tutto esaurito, con oltre 40 mila tifosi sugli spalti: “Firenze ci è sempre stata vicina anche se sappiamo che tutto dipenderà da noi. Con loro però avremmo qualche spinta in più. Mi sta bene concedere qualcosa in più in difesa, soltanto se riusciremo a creare tanto in attacco”. Senza escludere Ilicic dai suoi piani, nonostante le tre panchine di fila nelle ultime tre gare: “Si sono spese troppe parole su di lui. Ci aspettiamo sicuramente di più ma ha grandi potenzialità. Vuole riprendersi il ruolo. Il terzo posto? Sappiamo che sarà difficile arrivare anche in Europa League quest’anno”. Infine una battuta sulla designazione arbitrale, Rizzoli: lo stesso arbitro del 4-2 viola. “E’ bravissimo, siamo sereni”.  (http://firenze.repubblica.it/)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy