EXTRA – Champions 2015/16, 50 milioni garantiti dall’accesso ai gironi

EXTRA – Champions 2015/16, 50 milioni garantiti dall’accesso ai gironi

Stando a quanto riportato da Panorama, la prossima edizione della Champions League potrebbe addirittura essere ancora più remunerativa, con un aumento sensibile delle cifre incassabili dai club già soltanto per l’accesso alla fase a gironi. Il tutto grazie alle aste gestite dall’Uefa in merito ai diritti televisivi. Ecco quanto scritto…

Stando a quanto riportato da Panorama, la prossima edizione della Champions League potrebbe addirittura essere ancora più remunerativa, con un aumento sensibile delle cifre incassabili dai club già soltanto per l’accesso alla fase a gironi. Il tutto grazie alle aste gestite dall’Uefa in merito ai diritti televisivi. Ecco quanto scritto dal giornalista Giovanni Capuano: “Nell’ultima stagione è stato destinato alle squadre italiane un market pool di 80 milioni di euro, che potrebbero salire a 110 milioni a partire dal prossimo anno, spartiti in base al cammino europeo e al piazzamento nella precedente stagione in campionato. Nel 2013-14 la Juventus incassò 32 milioni, il Napoli 26 e il Milan 22.

 

A ciò occorre aggiungere gli 8.6 milioni che la Uefa garantisce soltanto per l’accesso ai gironi, e in più i premi per ogni gara vinta, pareggiata o persa, concludendo il tutto con i premi per l’accesso agli ottavi (3.5 milioni), quarti (3.9 milioni), semifinali (4.9 milioni) e finale (6.5 milioni), con un bonus per la vincente di 10.5 milioni. Cifre che in estate potrebbero essere ritoccate in alto. Il conto è presto fatto. Con a disposizione circa 30 milioni in più di market pool la sola partecipazione alla prima fase varrà un assegno garantito ben superiore ai 40 milioni di euro, senza contare gli incassi da botteghino, il valore del marchio, sponsor e tutto il resto. 50 milioni di euro valgono bene una scommessa”. (napolicalciolive.com)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy