Emerson a Pogba: “Non andare al Real Madrid, resta alla Juventus”

Emerson a Pogba: “Non andare al Real Madrid, resta alla Juventus”

Qualche tifoso della Juventus è ancor oggi risentito con Emerson per il passaggio del brasiliano al Real Madrid nell’estate del 2006, in pieno scandalo Calciopoli. Scelta che, se potesse, il ‘Puma’ non rifarebbe. E giusto per sottolinearlo, sconsiglia Paul Pogba dal ripetere il tragittò che lui compì ormai 9 anni…

Qualche tifoso della Juventus è ancor oggi risentito con Emerson per il passaggio del brasiliano al Real Madrid nell’estate del 2006, in pieno scandalo Calciopoli. Scelta che, se potesse, il ‘Puma’ non rifarebbe. E giusto per sottolinearlo, sconsiglia Paul Pogba dal ripetere il tragittò che lui compì ormai 9 anni fa.

“Accettai l’offerta del Real consapevole di approdare in uno dei club più importanti del mondo – dice Emerson a ‘Tuttosport’ – Ma adesso, a distanza di tempo e con qualche anno in più, mi comporterei in modo diverso. Alla Juve stavo benissimo, sono pentito di essermene andato“.

Quanto al francese, “il Real Madrid è sempre uno dei top club mondiali, ma ora la Juve è tornata su suoi livelli tradizionali. Domina in Italia e punta a vincere anche in Europa. E se resta Pogba, con gente comeTevez, Pirlo, Vidal e magari un grande colpo, la distanza dalle superpotenze si assottiglia”. E quindi?“Dipenderà da quello che vorrà Pogba. Una cosa è certa: quando cambi squadra cominci tutto dall’inizio”.

 

 

La previsione di Emerson, insomma? “Pogba non lo vedo con altri colori, anche se sarei curioso di ammirarlo in un contesto diverso. Di sicuro a Madrid troverebbe Ancelotti, il miglior tecnico assieme a Guardiola”.

Il brasiliano dice la sua anche sulla corsa alla Champions League: tra un po’ si ricomincia con gli ottavi. “Una settimana fa ho visto il Borussia Dortmund e mi è parso in grosse difficoltà. L’Europa può essere però una occasione per riscattare il campionato, un regalo per i tifosi. La Juve parte comunque molto favorita. Tevez è straordinario: al City era bravo, ma alla Juve ha raggiunto il suo livello migliore”.

In Italia, invece, scudetto già assegnato? “Non ancora, il campionato italiano è imprevedibile”. La Roma del resto ci crede, con Garcia che continua a sentirsi sicuro di arrivare al primo posto. “Voglio pensare che si sia spinto così per caricare i propri giocatori. Io non l’avrei fatto nemmeno con 10-12 punti di vantaggio”. (goal.com)

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy