EDITORIALE – SENZA OSTACOLI

EDITORIALE – SENZA OSTACOLI

(di Francesco Repice – Radiocronista RadioRai) TORINO – “Sono stato bravo. Ho studiato molto la Roma”. Può permettersi tutto Antonio Conte dopo una vittoria così. Anche incensare se stesso prima ancora dei suoi giocatori che hanno travolto gli avversari. Ora la Juve sembra non avere più ostacoli da qui al…

(di Francesco Repice – Radiocronista RadioRai) TORINO – “Sono stato bravo. Ho studiato molto la Roma”. Può permettersi tutto Antonio Conte dopo una vittoria così. Anche incensare se stesso prima ancora dei suoi giocatori che hanno travolto gli avversari. Ora la Juve sembra non avere più ostacoli da qui al terzo titolo consecutivo. Ora…..perchè la stagione è ancora troppo lunga per emettere sentenze. Di certo i bianconeri sono assolutamente arbitri del loro stesso destino ed hanno dalla loro l’assoluta sicurezza di poter padroneggiare ogni tipo di situazione: la sconfitta di Istanbul avrebbe potuto schiantare psicologicamente un gruppo costruito per togliersi soddisfazioni anche in Europa. Così non è stato. Dieci vittorie consecutive con la miseria di un solo gol subito. Non sono numeri da record, sono numeri da brividi. Ecco perchè lasciamo il proscenio ad Antonio Conte ed alla sua (auto)celebrazione.

È giusto così. A patto che il tecncio bianconero non continui a fare i conti con gli investimenti altrui, come se i suoi giocatori, pur non allo stesso livello tecnico dei rivali, vincessero solo per i meriti dell’allenatore.
Piccoli limiti che Conte dovrà superare. Proprio. Come la sua squadra sta superando tutti i record.

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy