E SE BABBO NATALE FOSSE GIÀ ARRIVATO ALLA JUVE?

E SE BABBO NATALE FOSSE GIÀ ARRIVATO ALLA JUVE?

(di Francesco Repice – Rediocronista Tutto il Calcio Minuto per Minuto) TORINO – È la prima volta che Antonio Conte non lancia messaggi in chiave mercato. “Non scriverò lettere a Babbo Natale intesi come Agnelli e Marotta. Noi andiamo avanti così perchè stiamo bene così. Menez in scadenza è un’occasione?…

(di Francesco Repice – Rediocronista Tutto il Calcio Minuto per Minuto) TORINO – È la prima volta che Antonio Conte non lancia messaggi in chiave mercato. “Non scriverò lettere a Babbo Natale intesi come Agnelli e Marotta. Noi andiamo avanti così perchè stiamo bene così. Menez in scadenza è un’occasione? No, non voglio parlare di mercato”. Recita un vecchio adagio, ‘quando il diavolo ti accarezza vuole l’anima’ e la carezza di Conte alla dirigenza bianconera c’è stata eccome. Ora rimane da capire se, l’anima è già stata chiesta, o magari se è già stata donata all’allenatore sottoforma di giocatori importanti. Nessuna rosa è mai troppo ampia. Specie se si giocano le coppe; specie se quella coppa è la Champion’s. Non a caso Conte parte da lontano quando dice che “noi e la Roma stiamo facendo cose straordinarie e quindi occhio alle bucce di banana perchè gli scivoloni sono sempre dietro l’angolo”.

È un modo insolitamente garbato e pacato per far capire ai suoi giocatori che, come al solito, non saranno ammessi errori di concentrazione. Il consueto refrain insomma, magari stavolta con toni più blandi, almeno davanti alle telecamere.
Nel (semi) segreto degli spogliatoi non sappiamo come stiano andando in realtà le cose. Almeno non fino in fondo. Ci sono peró delle certezze da cui non si può prescindere. “L’infermeria si sta svuotando – gongola Conte – Lichsteiner si sta allenando in gruppo da giovedì ed oggi è l’ultimo giorno di differenziato per Giovinco e Isla. E poi sto aspettando Pepe…..” Già, ancora esterni che mancano all’appello per coronare il sogno dell’allenatore bianconero: il 4-2-4, una nuova sfida per motivare lo spogliatoio e non farlo incosciamente cedere alla tentazione dell’oblio da vittorie. Un modo per tenere alta la tensione all’interno del gruppo. In attesa che Babbo Natale porti i suoi doni. Sempre che non abbia anticipato le feste…..

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy