E’ cambiato il “numero perfetto”: da Zagabria si passa al quattro

E’ cambiato il “numero perfetto”: da Zagabria si passa al quattro

Poker contro la Dinamo e prime prove con un difensore centrale in meno, Allegri vara la Juve del futuro

TORINO – Quattro, i gol segnati ieri sera. Quattro, i difensori richiesti dalla maggioranza dei tifosi della Juve per puntare alla conquista della Champions. La partita di Zagabria potrebbe cambiare il futuro della Juventus di Massimiliano Allegri, che già allo Stadio Maksimir ha provato la difesa a quattro. Un primo esperimento, un 4-2-3-1 molto offensivo visto negli ultimi 30 minuti di una partita che aveva poco da dire, ma una prima prova che lascia ben sperare tutti quei tifosi che vogliono vedere una Juve più spregiudicata.

E ADESSO? – E adesso starà ad Allegri trovare la formula giusta. Chi far fuori della BBC? Sarà 4-2-3-1 o 4-3-1-2? Meglio il 4-3-3 o il 4-4-2? Tante, forse troppe le soluzioni a disposizione di questa Juve. Le certezze, ma non serve dirlo, sono i tre tenori Pjanic, Higuain e Dybala, tutti a segno per la prima volta in questa stagione. Il turn-over rimane e andrà avanti, ma quando conta Allegri non può rinunciare a loro tre, dovrà solamente trovare la formula migliore per schierarli in campo. Il numero perfetto della Juve è diventato il “quattro”, per puntare alla terza Champions. Le pagelle: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy