Due rinnovi che “scottano”

Due rinnovi che “scottano”

TORINO – Annunciato il rinnovo contrattuale di Arturo Vidal, che lo lega alla Juventus fino al 2017, adesso le priorità societarie in corso Galileo Ferraris sono due: blindare Paul Pogba e rinnovare il contratto di Andrea Pirlo. Le due situazioni, sia per l’età dei giocatori, sia per la durata degli…

TORINO – Annunciato il rinnovo contrattuale di Arturo Vidal, che lo lega alla Juventus fino al 2017, adesso le priorità societarie in corso Galileo Ferraris sono due: blindare Paul Pogba e rinnovare il contratto di Andrea Pirlo. Le due situazioni, sia per l’età dei giocatori, sia per la durata degli attuali contratti, sono ben diverse.

Quella più urgente, se non altro in termini di tempistica, è la questione riguardante il regista bresciano, in scadenza nel giugno 2014. Nonostante l’età non giovanissima, infatti, Pirlo è richiestissimo e corteggiassimo, non solo all’ estero (il Tottenham sarebbe pronto ad offrirgli un triennale da circa 3 milioni a stagione), ma anche in Italia: si parla infatti di un ritorno di fiamma del Milan, dove il numero 21 ha passato quasi dieci anni della sua carriera. Da gennaio, Pirlo potrebbe accordarsi con qualsiasi club: un’eventualità che Marotta vuole evitare assolutamente, perciò ha già avviato i contatti con l’agente del centrocampista, Tullio Tinti. L’impressione è che, venendosi vicendevolmente incontro, le due parti potrebbero trovare un accordo soddisfacente per entrambe entro i prossimi tre mesi.

Diverso il discorso riguardante il gioiello francese: le sue prestazioni nell’ultimo anno e mezzo non sono passate inosservate agli occhi dei top-club europei, i quali sarebbero disposti a fare follie pur di acquistare il ventenne ex-United. L’attuale contratto scade nel 2016, ma Mino Raiola, che cura gli interessi del numero 6, batte cassa, forte dell’interesse di squadre ricchissime (Real Madrid, Psg e Manchester City, giusto per fare tre nomi). Pogba, attualmente, guadagna 1 milione di euro, perciò il suo agente gioca al rialzo: per la dirigenza bianconera si prospetta un compito arduo, dunque. Non sarà facile competere con le sirene provenienti da Francia, Inghilterra e Spagna. Sirene il cui canto ricorda il rumore di una pioggia di denaro…

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy