Donadoni: “Juventus, venderemo cara la pelle”

Donadoni: “Juventus, venderemo cara la pelle”

Antonio Cassano ha fatto la sua scelta, io non la commento, ma la rispetto”. Il tecnico del Parma, Donadoni, torna sul “caso Cassano”, commentando così in occasione della conferenza stampa della vigilia della gara con la Juve: “Quando non ci sono più gli stimoli giusti, tutto diventa più complicato. La…

Antonio Cassano ha fatto la sua scelta, io non la commento, ma la rispetto”. Il tecnico del Parma, Donadoni, torna sul “caso Cassano”, commentando così in occasione della conferenza stampa della vigilia della gara con la Juve: “Quando non ci sono più gli stimoli giusti, tutto diventa più complicato. La mia scelta domenica su Cassano è stata esclusivamente tecnica”. Relativamente alla gara di Coppa: “A livello psicologico stiamo vivendo tutti una stessa situazione, dal punto di vista fisico avere qualcosa in più quindi può essere importante.

 

L’impiego di Varela e Rodriguez va valutato, domenica hanno fatto bene, ma non sono giocatori che hanno un ritmo partita alle spalle. Vediamo appunto di valutare bene la loro condizione come quella degli altri. Mercato? La società sta lavorando. Il risultato negativo di domenica non agevola in questo senso. La vittoria avrebbe dato spinta in più e per demeriti nostri non è arrivata. Ma se vogliamo avere ancora un barlume di speranza e’ chiaro che qualcosa in questo senso va fatto”.

JUVE “Affronteremo la Juve con lo spirito e l’orgoglio di affrontare i primi della classe, una squadra con grandi giocatori che sta dominando il nostro campionato. Visto la nostra classifica direi che è una grande opportunità per tutti, un’opportunità che dobbiamo provare a sfruttare. Dobbiamo entrare in campo con la voglia di dimostrare, con tutti i nostri limiti e le nostre qualità, quel che sappiamo fare. Alla fine si gioca 11 contro 11 e cercheremo di venderemo cara la pelle”.

 

COPPA E CAMPIONATO“Non voglio fare nessun genere di distinguo. La Coppa è un appuntamento che affronteremo con grande dignità, anche perchè è da tempo che i tifosi ce lo chiedono. Poi domenica penseremo ad affronteremo il Milan in campionato. Sconfitta sinceramente mi sembra ingiusta, ma loro sono stati bravi a concretizzare le occasioni che hanno avuto e questa conferma che in campo concediamo ancora troppo. Tuttavia resto convinto che quello su Rispoli era rigore netto.  Anche in queste cose non ce ne va bene una. Se l’arbitro l’avesse fischiato staremmo parlando secondo me di un di risultato opposto. Confronto coi tifosi? I tifosi della Curva domenica ci hanno parlato con grande dignità e maturità in un confronto molto leale. In noi c’è ancora più rabbia anche per questo, perché abbiamo un senso di vergogna nei loro confronti per i nostri risultati”. (Tuttosport.com)

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy