Dieci trattative scaldano Marotta

Dieci trattative scaldano Marotta

TORINO – Dopo il 4-1 di Bergamo e l’ennesima prova di forza dei bianconeri, che contro l’Atalanta hanno sofferto nel primo tempo, per poi venire fuori con una prestazione sontuosa nella ripresa, la squadra di Antonio Conte può godere di alcuni giorni di riposo. La ripresa, in vista dell’appuntamento dello…

TORINO – Dopo il 4-1 di Bergamo e l’ennesima prova di forza dei bianconeri, che contro l’Atalanta hanno sofferto nel primo tempo, per poi venire fuori con una prestazione sontuosa nella ripresa, la squadra di Antonio Conte può godere di alcuni giorni di riposo. La ripresa, in vista dell’appuntamento dello Stadium contro la Roma del 5 gennaio, è fissata per domenica 29. Se i giocatori possono staccare la spina e godersi famiglia e amici fino a domenica, all’opposto Beppe Marotta e Fabio Paratici dovranno sdoppiarsi per dedicare un po’ di tempo agli affetti.

OBIETTIVI –
Per gli uomini mercato bianconeri è questo il tempo di iniziare a concretizzare la mole di lavoro messa in cantiere negli ultimi mesi. Durante i quali hanno creato contatti, effettuato sondaggi, osservato da vicino diversi elementi ritenuti potenzialmente idonei a rinforzare il gruppo. L’esigenza stretta è il reperimento di un esterno offensivo, da pescare in una rosa di alternative allargatasi con il trascorrere delle settimane. Con l’evidente proposito di non farsi trovare impreparati nel caso in cui più d’uno tra gli obiettivi in questione dovesse sfuggire.

TRA PREMIER E A –
Negli ultimi giorni allo studio dell’operazione giusta in entrata si è legata la possibilità di un’uscita importante. Quella di Mirko Vucinic , affatto entusiasta del poco utilizzo in questa stagione e ambito soprattutto in Premier. «Mirko è convalescente dopo un infortunio al ginocchio. Come gli altri giocatori della rosa è legato alla maglia bianconera, ma nel caso in cui ci chiedesse di essere ceduto prenderemmo in considerazione l’ipotesi di venderlo». Le parole di Marotta sono rimbalzate in Inghilterra, arrivando sia a Londra che a Manchester. Tra le squadre che si sono messe sulle tracce del montenegrino ci sono infatti Tottenham e United.

I londinesi cercano un attaccante, e guarda caso la Juve ha Vucinic. Mentre dopo l’uscita di scena di Villas-Boas , che non lo impiegava con continuità, ma lo riteneva un suo pupillo, sono entrati nell’ottica di idee di dare in prestito Erick Lamela . Tanto prezioso a Roma, un anno fa (15 i gol in campionato con la maglia giallorossa), quanto in difficoltà nell’approcciarsi con la nuova realtà. Nessun gol e una manciata di presenze, in Premier, per l’argentino cresciuto nel River Plate. Deciso a rilanciarsi, e pronto a farlo nel campionato europeo dove si è imposto. Quella serie A che potrebbe ritrovare con la maglia della Juve o dell’Inter, l’altro club che ha mosso le proprie pedine per sondare la disponibilità del Tottenham.

(fonte tuttosport.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy