Di Marzio: ”Tevez, ecco quando Conte lo convinse a vestire bianconero”

Di Marzio: ”Tevez, ecco quando Conte lo convinse a vestire bianconero”

Solo ora, con ancora negli occhi le ultime due prodezze in campionato, si ha la sensazione di quanto sia stata importante per la Juventusl’operazione-Tevez. La dirigenza bianconera ha messo a segno la scorsa estate quello che si sta rivelando alla prova dei fatti il colpo più importante della Serie A.…

Solo ora, con ancora negli occhi le ultime due prodezze in campionato, si ha la sensazione di quanto sia stata importante per la Juventusl’operazione-Tevez. La dirigenza bianconera ha messo a segno la scorsa estate quello che si sta rivelando alla prova dei fatti il colpo più importante della Serie A. Per farlo, come svela il noto esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio, i bianconeri si sono mossi nelle persone di Marotta, Paratici e, soprattutto, Antonio Conte:

 

 

 

“Tevez ne fa 18. La Juve sale a 81. E mi ritorna in mente quella notte –scrive Di Marzio su calciomercato.com – Erano le 4, metà maggio, poca voglia di dormire. Guardo le mail e ne trovo una, come tante, firmata da uno sconosciuto. Si chiama Giuseppe, vive a Londra e dice di aver visto a cena Carlitos con la Juve al gran completo. Marotta e Paratici sì, ma anche Antonio Conte. Già. L’allenatore che voleva incontrare il suo futuro attaccante per fargli capire bene dove sarebbe finito e come si sarebbe dovuto comportare. Bingo. Dico la verità, ne ricevo tanti di messaggi così: alcuni poi si rivelano fasulli, roba da millantatori. Così chiedo qualche dettaglio in più, mi viene detto il nome del posto e specificato che la cena si è svolta a casa dell’agente di Tevez, Kia. Particolari che suonano come veri, aspetto la mattina successiva e cerco conferme. Le trovo. Ma la missione bianconera deve rimanere segreta. Il problema adesso diventa il City che non sa dell’incontro, c’è il rischio che si metta di traverso, si possono rovinare i rapporti”.

“Sono sincero – prosegue il giornalista di Sky Sport – mi viene chiesto di non divulgare subito ogni dettaglio della cena con Tevez, presto potrò svelare tutto. Quanto accaduto mi basta per capire che quella notte Carlitos è stato bloccato, che i successivi inserimenti del Milan non scalfiranno quel patto di metà maggio. Dove Tevez e Conte si sono dati la mano. Così come oggi si abbracciano. A quota 18, gol. O girando i numeri a quota 81, punti. Eccoli i numeri di un amore sempre più Fort. Apache”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy