Di Marzio: “Paratici ieri a S.Siro, ecco perché”

Di Marzio: “Paratici ieri a S.Siro, ecco perché”

TORINO – Ieri sera il direttore sportivo bianconero Fabio Paratici è stato avvistato in tribuna a San Siro, dove ha assistito alla sfida tra Milan ed Hellas Verona. In molti si sono chiesti il perché della sua presenza; il noto giornalista Gianluca Di Marzio, sul portale calciomercato.com, ha fatto chiarezza:…

TORINO – Ieri sera il direttore sportivo bianconero Fabio Paratici è stato avvistato in tribuna a San Siro, dove ha assistito alla sfida tra Milan ed Hellas Verona. In molti si sono chiesti il perché della sua presenza; il noto giornalista Gianluca Di Marzio, sul portale calciomercato.com, ha fatto chiarezza:  “Perché mai il direttore sportivo della Juventus dovrebbe andare a vedere Milan-Verona, a Milano, nel periodo di mercato? Nessun mistero, altrimenti si sarebbe nascosto con occhiali e cappellino in tribuna laterale, non a favore di telecamere. Uno sguardo a Iturbe? Inevitabile, ma la pista è poco percorribile. Perché a gennaio non si muove, perché la Roma si è prenotata da tempo per la prossima estate, perché la Juve non lo considera più forte di Berardi e Gabbiadini. Anzi. E quando hai talenti (italiani) così nella scuderia del futuro, i paragoni li fai anche se non vuoi. Un’occhiata alla partita, cena milanese, poi la partenza per Roma dove domani c’è la Coppa Italia.

Nell’agenda di Fabio Paratici non ci sono appuntamenti particolari, trattative da chiudere, dovrebbe essere un lunedì piuttosto tranquillo, al massimo qualche telefonata con l’Inghilterra. Dove è atteso Alessandro Lucci, l’agente di Vucinic, una valigia sempre in mano. Venerdì, in aeroporto a Linate, il primo incontro con un dirigente dell’Arsenal, tra poche ore il secondo tempo. Wenger vorrebbe Vucinic in prestito, ma in prestito non si fa. E allora, i Gunners devono decidere se fare -e di quanto- un’offerta per comprare tutto il cartellino, solo così Marotta potrebbe pensarci. Ma dalle parti dell’Emirates sono molto sensibili anche a Cuadrado, ecco un altro incrocio con la Juve, altra corteggiatrice. Per il colombiano, l’Arsenal aveva pronti 15 milioni cash solo per la metà della Fiorentina: un’estate fa, non se ne fece nulla. Adesso Wenger è pronto a riprovarci, accontentando anche l’Udinese e provando ad anticipare Conte e Guardiola (sì, il Bayern segue Cuadrado, eccome), eppure non sarà una partita facile da vincere. Con o senza Paratici in tribuna”. 

(fonte:tuttojuve.com)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy