De Rossi: “Juve fortunata con gli arbitri”

De Rossi: “Juve fortunata con gli arbitri”

TORINO – Lo sguardo sereno e la voce pacata paiono smussare anche i concetti più ruvidi. Daniele De Rossi non dimentica ma non rinuncia a sognare. Milan e Juve sono avvisate. «La forma non è al top, perché ho questo problema all’alluce sinistro spiega a Roma Channel . Per le…

TORINO – Lo sguardo sereno e la voce pacata paiono smussare anche i concetti più ruvidi. Daniele De Rossi non dimentica ma non rinuncia a sognare. Milan e Juve sono avvisate. «La forma non è al top, perché ho questo problema all’alluce sinistro spiega a Roma Channel . Per le partite ho bisogno di un antidolorifico, ma risolverò tutto durante le vacanze. Comunque sto bene moralmente, perché stiamo vivendo una stagione entusiasmante». A chi gli chiede se teme il Milan di Kakà e Balotelli risponde sinceramente: « Ho giocato contro Pirlo, Seedorf, Shevchenko. Se non avevo paura, poco ci mancava. Questo è un Milan diverso. Ha avuto grosse difficoltà. Diciamo che non siamo stati fortunati a incontrarlo adesso».

Arbitraggi Daniele però non si nasconde. «Non ho mai creduto che bastasse tornare in Europa. La Roma deve andare in Champions e fare una grande campionato. Io guardo quella che sta davanti e non chi mi sta dietro. Se si giocasse NapoliJuve farei il tifo per il Napoli. Io voglio riprendere i bianconeri. Certo, dal punto di vista arbitrale abbiamo avuto un paio partite sfortunate, non di più. C’era il rigore di Pjanic a Torino e almeno un altro contro l’Atalanta, però non ci hanno danneggiato, abbiamo avuto il nostro. Piuttosto la Juve è stata fortunata. Penso ai match con Torino e Chievo. Episodi favorevoli ci possono stare. Dicono tutti che si pareggiano: aspettiamo che succeda».

(fonte tuttomercatoweb.com)


TORINO – Il forte centrocampista della Roma, Daniele De Rossi, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Roma Channel. “Gli obiettivi sono chiari da inizio anno, non ho mai creduto a chi diceva che si doveva tornare in europa, il nostro obiettivo era la Champions, per come stiamo adesso dobbiamo continuare a vincere le partite, se domani ci fosse Juventus-Napoli tiferei il Napoli, non guardo chi sta dietro quando la Juve, una squadra di fenomeni, dista solo tre punti, vogliamo riprendere la Juve, tutti dopo la decima vittoria eravamo carichi e pronti per il Torino, il momento non è finito, si è interrotto, abbiamo trovato portieri che si sono inventati partite della vita, poi decisioni arbitrali sfortunate,

il rigore di Pjanic a Torino, e un rigore con l’Atalanta, non ci hanno danneggiato, ma chi ci è davanti è stata fortunata e ha avuto degli episodi favorevoli, che si pareggiano a fine anno”.

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy