Curiosità, gli auguri di Pogba ai musulmani

Curiosità, gli auguri di Pogba ai musulmani

L’asso francese ha postato su Instagram gli auguri a tutti i fratelli e sorelle per il Ramadan

TORINO – Su Instagram arrivano gli auguri di Paul Pogba a tutti i musulmani: “Buon Ramadan a tutti i miei fratelli e sorelle. Possa dio perdonare i nostri peccati e ascoltare le nostre preghiere”. Il 6 giugno, infatti, è iniziato il Ramadan, mese sacro in cui è previsto il digiuno, dall’alba al tramonto, per tutti i fedeli.

Interessante è, a proposito, l’approfondimento riportato sul sito del quotidiano tedesco Bild. Tanti sono i giocatori musulmani che parteciperanno all’europeo, dai francesi Sagna, Kanté e lo stesso Pogba, ai tedeschi Özil, Mustafi, Khedira e Can. Come spiegato dall’esperto di nutrizione Hans Braun, una corretta alimentazione è l’unico modo di fornire ai giocatori le energie necessarie: uno sforzo fisico di oltre 60 minuti, combinato alla perdita di liquidi dovuta all’attività fisica e al caldo portano inevitabilmente a un calo delle prestazioni in caso di digiuno. Anche il trequartista tedesco Mesut Özil si è espresso a riguardo: “D’estate fa troppo caldo. Svolgiamo allenamenti e partite molto intensi. Perciò per me non è possibile digiunare”. Lo stesso faranno anche Sagna, Kanté e i suoi compagni di squadra Can, Mustafi e Khedira, che gli fa eco: “Per poter dare il 100% abbiamo bisogno di mangiare e di bere”.

Non è d’accordo l’imam Talat Kamran, secondo cui “i giocatori non fanno eccezione” e che aggiunge: “se un professionista deve giocare una partita importante potrà chiedere perdono a Dio e riprendere il digiuno non appena si sarà concluso il suo lavoro”. È quello che farà l’attaccante svedese Kujovic, che dichiara: “riprenderò il digiuno al mio ritorno in Svezia”. Ciò sarà possibile a meno che, a sorpresa, la Svezia riesca a raggiungere la finale del 10 luglio.

Intanto, Pogba glissa sul suo futuro alla juve: CONTINUA A LEGGERE

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy