Cori anti-Napoli, la Juve rischia

Cori anti-Napoli, la Juve rischia

TORINO – Anche ieri, come accade ormai sempre più spesso, durante la sfida contro il Copenhagen, i tifosi hanno intonato dei cori anti-napoletani: l’episodio si è verificato più volte nel corso del primo tempo, impossibile non accorgersene. La differenza, rispetto a molte altre partite precedenti, è che stavolta il coro…

TORINO – Anche ieri, come accade ormai sempre più spesso, durante la sfida contro il Copenhagen, i tifosi hanno intonato dei cori anti-napoletani: l’episodio si è verificato più volte nel corso del primo tempo, impossibile non accorgersene. La differenza, rispetto a molte altre partite precedenti, è che stavolta il coro “noi non siamo napoletani” è riecheggiato più o meno in ogni settore dello Juventus Stadium, Tribuna Est inclusa. La giurisdizione della gara di ieri spetta all’Uefa, che contempla la sola norma riguardante il “razzismo” e non quella sulla “discriminazione territoriale”.

Eppure, il confine tra le due è assai labile: tant’è vero che i delegati della Disciplinare di Nyon hanno preso nota dell’accaduto e, come riferisce il quotidiano “La Stampa” faranno rapporto al massimo organo calcistico continentale. Il timore è che si possa andare verso una chiusura di alcuni settori del J-Stadium in occasione degli ottavi di finale di Champions’ League. Bisognerà dunque attendere i risultati del rapporto stilato dagli ispettori.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy