Conte: ‘ Per il mercato c’è tempo’

Conte: ‘ Per il mercato c’è tempo’

VINOVO – Antonio Conte, allenatore della Juventus, è intervenuto nella classica conferenza stampa che precede i lbig match di domani sera contro il Milan di Allegri. Ecco quanto evidenziato da Juvenews.eu Chiellini che possibilità ci sono? Un commento su quello che dice Pirlo che sei più geniale di Sacchi? “…

VINOVO – Antonio Conte, allenatore della Juventus, è intervenuto nella classica conferenza stampa che precede i lbig match di domani sera contro il Milan di Allegri. Ecco quanto evidenziato da Juvenews.eu

Chiellini che possibilità ci sono? Un commento su quello che dice Pirlo che sei più geniale di Sacchi?

Giorgio si è allenato con noi ieri sta abbastanza bene è a disposizione, vediamo. Siamo sereni perchè dietro di lui c’è Peluso che si è comportato bene, c’è Martin che si è rirpeso da quel brutto incidente che ha avuto. E’ logico che se giorgio sta bene gioco. Penso che sia un interprete eccezionale per il suo ruolo. Difficilmente mi privo di un giocatore del suo peso. Per la fromazione manca acnora un’ allenamento quell odi oggi. Abbiamo provato come tutte le altre settimane. Quell oche abbiamo fatto a roma con la Laziop, il nsotro gioco è rimasto tale e quale. Ho potuto schierare tutit e quattro i centrocampisti. Altri tipi di schemi di gioco sarbebe fare u nsalto nel buio. Questo è l’u nico modo per vederli tutti in campo, credo abbiano fatto molto bene a Roma, nel secondo tempo ci spiamo un po’ rilassati. Sono contento delle parole di Andrea, dei complimenti che mi ha fatto. Quando dice che mi arrabbio anche quando vic nciamo. Un allenatore deve distinguere tra vittorie costruttive e convincenti, ci sono vittorie che arrivano perchè si è un po’ fortunati, quelle vittorie lasciano la bellezza dei tre punti, ma lasciano un po’ di rammarico e di rabbia. Se un allenatore fosse felice farebbe il male della squadra. Nelle vittorie a volte non gioisco, se ci sono degli errori grossolani non mi lasciano sereno. Sulle bottiglette può capitare, devo migliorare la mira, fin oad ora non ho colpito nessuno (ride ndr). Sono situazioni studiate ad arte per far capire e per far alzare o abbassare la tensione. Sarà capitaot una volta, nojn spesso niente di particolare.

Una juve nata con il 4-2-4 e sta finendo con un solo attaccante. Le piacerebbe riproporlo. Ad Allegri piacerebbe rialleanre Ibra anche a te piacerebbe?

Penso che un allentaroe bravo è quello che adatta le propire idee ai giocatori che ha a di sposizione. Ho serntito l’ intervista di Bonucci hce parla di vestito cucito adooss alla Juventus in base alle caratteristiche dei giocatori che hai a disposione. Haiu a fianco giocatori come Barzagli e Chiellini e parla del mister che ha cucito un vestito allasquadr.a Se mi chiedi se posso tornare al 4-24- significherebbe stravolgere la rosa e adattarla alla situaizone. Per quell oche stiam ofacendo dobbiam ocontinuare su questa strada. L’ importante è quante persone mandi nelkla fase offensiva. Questo è importante. Ribadisco il concetto che ho espresso precedentemnte, parlare di mercato in questo momento è irriguardoso e poco elegante nei confronti dei miei calciatori. Non parlerò mai di quelli che non sono un mio giocatore.

C’è una ferita aperta per la sconfitta dell’ andata? Motivatore, studia sui testi oppure è il suo background che si porta avanti da giocatore?

Il mister nel 2000 non può essere u nallenatore chiuso solo i ndiscorsi dtecnici tattici, u nallenatore bravo deve essere totalizzante e deve riuscire a toccare tutti gli aspetti dal fisico al tattico al motivazionale a quello psicologico. Devi capire come confrontati come i calciatori. Ci sono quelli che hanno bisogno della parola dolce, altri di quella dura. Per noi è molto importante è entrare nelle menti dei giocatori. Abbiamo sempre 25 giocatori per stare bell istretti senza dimenticarti che ti devi rafforntare ocn la dirigenza e i magazzinieri. L ‘allenatore barvo è quell oche studia legge e si vuole migliorare smpre per diventare il numero uno. Prendi i tre quattro piùà grandi e spreri che vada tutto bene. All’andata è stata uanprtita strnaa il Milan non era in un buon periodo vinsero con un episodio dubbio. Furno bravi perchè sfoderarono una partita di grande grinta e determinazione. Ci svegliammo ptroppo tardi per riparare al danno- Fu quella partita che diede il la alla rinascita dle Milan i nquesto campiuonato.

Questo sistema di gioco, potrebbe modificare le strategie dle mercato cercando giocatori più adatti a questo modulo?

Ribadisco che noi allenatori dobbiam ocercare di possibilmente far giocare i più bravi. Di cercare nell’ 11 iniziale i più bravi i nassoluto. Nn è facile perchè devi fcercare di far collimanre equilibri. Difensori centrocampisti ed attaccanti. Pooi tra le mani mi sono trovato Vidal che i ncoco tempo mi ha fatto capire che per l’ intesità di gioco la sua presenza inprescindibil. Nno è che dall’ oggi al domani cambio idea repentinamente. Tra le mani mi sono trovato Pogba che sta crescendo in maniera esponenziae che, non dimentichiamo l’ ann oscorso era nella primavera del Manchester, cercare qualcos per far quadrare i conti e mettere in campo i migliori. Il presente dice che, dobbiqamo cercare di conquistare questo secondo scudetto. Questi ragzzi stanno facendo qualcosa di steaordinari. Paralre di mercato è inpopportuno. Sto cercando di trovare u nrimedio per cercare di mettere i ncampo i migliori calciatori.”

Hai studiato un nuovo modulo. Il Milan ha lanciato El Shaarawy. E’ un segno che il calcio italiano ha trovato fiducia nei giovani? Caratterialmente chi tra gli allenatori ti assomiglia di più?

Puntare sui giovani dicono che bisogna essere coraggiosi. Io dico coraggiosi per quale motivo? Io punto sul giovane se è bravo, può avere anche 16 anni. Io ho debuttato in serie A a 16 anni, non è la data anagrafica che conta ma capire se ci sono delel potenzialità forti. El Shaarawy ha fatto capire di essere molto forte, Pogba ha dimostrato di avere grandi potenzialità, con la crescita deve poter diventare un top Non è il concetto della necessità. L’ importante che siano bravi e che diano ganranzie, noi li aiutiamo a crescere. Pogba di Luglio non è quell odi Aprile, ha avuto una crescita ed un lavro importante, graxie anche a compagni di grande tecnica e potenzialità che lo hanno aitutao a crescere. Ogununo ha un proprio carattere. Io penso sia una questione di mentalità. Ogni allenatoe la la propri mentalità. Io credo di dimostrare questo, parlano le carte e lavoro su questo, sulla continuità nel lavoro e dei risultati, di miglioraris eccomo perchè quando vicno mi arrabbio, cerco di ridurre gli errori per essere i migliori in futuro.

Il Milan è rinato battando voi. Quanto ti piacerebbe ricacciarlo nella bagarre tra i lterzo e il quarto posto, è una motivazione in più?
Dobbiamo avere solo una motivazione, prendere i tre punti per avvicinarci allo scudetto. Far arrivare il Milan terzo? E’ una fesseria, è da provinciale, guardiamo in casa nostra. Vincendola ci farebbe avvicinare n maniera sostanziale al secondo scudetto, affrontiamo un Milan forte come noi che vorrà dimostrare di essere appunto una grandissima squara di cui non ho dubbio. Stanno lavorando mene, hanno vendotu Ibra e Thiago Silva, se non avessero avuto una partenza falsa sarebbero stati cometetivo fino alla fine.”

Se lo immaginava di avere un vantaggio così grande sugl iavversari?

Il campionato italiano è molt molt dififcile. Dal punto di vista tattcio è all’ avanguardia, ci sono tecnici molto preparati. Questa è una grande difficoltà per vincere in italia. E’ inevitabile che se mi avessero chiesto di avere 11 punti di vantaggio a sei partite dalla fine neanche nel migliore dei sogni. Frutto di un cammino straordinario, in cui, durante l’anno ci ha visto percorrere la strada con le ruote sgonfie. Questo amplia ancora di più quello che sta facendo la squadra. Adesso conta portare a casa qualcosa. Se ci dovessimo riuscire dovremmo farci i complimenti da soli.

Tu non programmi mai le stagioni. Nella tua idea per il futuro è quella di cercare giocatori per il 3-5-2 oppure pensi di cambiare qualcosa,così pensi sia più facile avvicinare le avversarie future in Eruopa?

Uno non è che non sa cosa prendersi per il futuro. Vidal ha saltato tutta la preparazione con noi. Poi quando hai un calciatore, sappiam oquelle caratteristiche. Poi quando lo hai tra le mani e capisci la crescita, può pèortatti a cambiare. Tenere Pogba in panchina, venisse alal Juventus ed esplodesse così. Fincheè non ce l’ hai in mano non puoi capire la crescita che può avere da qui alla fine. Tutto questo sta nelle corde di questa squadra. Se marchios non aveva queste caratteristihce avrei dovuto lasciarlo in panchina. Se c’è un lavoro di base tu lo puoi inserire, è stato naturale. Per il mercato, sono concnetrato a finire questo campionato. Poi vediamo, ci confrontermo si faranno delle opportune riflessioni, concentriamoci a qualcosa che è nostro e potrà doventarlo.Il problema è che se c’hai i soldi ci arrivi sempre. Non c’è da rubare niente bisogna capire se ci sono i soldi.

Juvenews.eu

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy