CONTE: “Pensiamo solo al Bologna”

CONTE: “Pensiamo solo al Bologna”

TORINO – E’ già vigilia di campionato per la Juventus, che domani sera affronta al Dall’Ara il Bologna di Stefano Pioli. Come di consueto, dunque, Antonio Conte ha incontrato i giornalisti per la conferenza stampa presso lo Juventus Center di Vinovo. La sua filosofia è sempre stata che la prossima…

TORINO – E’ già vigilia di campionato per la Juventus, che domani sera affronta al Dall’Ara il Bologna di Stefano Pioli. Come di consueto, dunque, Antonio Conte ha incontrato i giornalisti per la conferenza stampa presso lo Juventus Center di Vinovo.

La sua filosofia è sempre stata che la prossima è la partita della vita. Anche stavolta è così, visto che poi ci sarà un’altra partita importantissima?

“Quella con il Bologna è una partita difficile, contro una squadra in buona salute: sarà una sfida tosta, ma noi penseremo solo a questa partita. Abbiamo sempre ragionato così. Cercherò di schierare la formazione migliore in questo momento, con un solo obiettivo: quello di vincere”.

Com’è la situazione degli infortunati?

“Lichtsteiner sta recuperando tramite rodaggi di mezz’ora e allenamenti specifici. Si sta allenando e sta sostenendo queste pillole di partite. Lavoriamo per farlo tornare alla migliore condizione: sono sicuro che in pochissimo tempo sarà pronto per giocare dal primo minuto”.

Vidal ha rinnovato e si sta lavorando per Pogba e Pirlo, ma lei rinnoverà a breve?

“In questo momento non credo sia un discorso importante, né per me, né per la Juve: siamo concentrati sul campionato e su un momento particolare, in cui dobbiamo cercare di fare l’impresa ad Istanbul, perciò il resto deve passare in secondo piano. Sono contento per i rinnovi dei ragazzi: hanno meritato quello che gli viene riconosciuto, ma per il resto dobbiamo rimanere concentrati su questo momento importante”.

Pogba ha ricevuto il Golden Boy 2013. Senti questo premio anche un po’ tuo?

“Sono contento per lui, ma lo sono ancora di più per come si è espresso, dicendo di non accontentarsi e di voler mirare ad un premio molto più prestigioso. Non è un atto di presunzione, ma un atto di consapevolezza dei propri mezzi. Deve continuare a migliorare, ha ancora tanta strada da percorrere per diventare uno dei migliori al mondo: deve avere la testa giusta, quella che ha messo fin adesso. Nel giro di un anno e mezzo è cresciuto in maniera straordinaria, perciò gran parte del merito va a lui che si è messo a disposizione. Ci prendiamo un po’ di merito anche anche noi dello staff tecnico e della Società. Sta a lui voler continuare a crescere: ha tutte le potenzialità per farlo: l’importante è che abbassi la testa e pedali. Perché se ti alzi a guardare a metà percorso, magari qualcuno poi ti sorpassa”.

Un commento sulla multa per i cori dei bambini…

“Bisogna fare dei distinguo: ci sono regole da rispettare, e poi c’è l’accanimento, come in questo caso. Quando si parla di bambini è facile fare demagogia e retorica. Da tempo dico che bisogna migliorare il calcio: mi riferisco a tutti i componenti, compresa la comunicazione, che deve mandare dei messaggi positivi. Sperando che nella prossima partita con il Sassuolo, invece di quella parolaccia, magari si dica ‘bravo’ ad ogni rinvio del portiere. Sarebbe un piccolo passo avanti e non cadremmo nella retorica e nella demagogia che in queste situazioni sono facili”.

Tevez e Llorente saranno confermati titolari o ci sarà turn-over?

“Vediamo, farò le mie scelte. Saranno dettate dalla condizione fisica e da quello che ho in testa, oltre che dalle tante partite che ci aspettano. Farò delle scelte, mi auguro buone: sono sicuro che la squadra che manderò in campo darà buone risposte”.

Pogba sarà il vice-Pirlo durante l’assenza di quest’ultimo?

“Paul può ricoprire bene quel ruolo: secondo me lui riesce a dare il meglio come interno, ma se c’è necessità e ci si lavora, sono convinto che possa fare molto bene. Decideremo in base alle partite e all’avversario, cercando di capire se sia meglio lui o Vidal davanti alla difesa. O magari se sia meglio metterci Marchisio. Ho tre giocatori eclettici che, a seconda delle necessità, possono ricoprire quel ruolo”.

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy