CONTE: “Napoli al 75%? Allora mi preoccupo”

CONTE: “Napoli al 75%? Allora mi preoccupo”

TORINO – Alla vigilia del’ attesissima sfida tra Juventus e Napoli in programma alle 20:45 al J-Stadium, il tecnico della Vecchia Signora Antonio Conte incontra i giornalisti per la consueta conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni:”Per Chiellini vediamo un attimo oggi, però sicuramente non è una delle situazioni in cui…

TORINO – Alla vigilia del’ attesissima sfida tra Juventus e Napoli in programma alle 20:45 al J-Stadium, il tecnico della Vecchia Signora Antonio Conte incontra i giornalisti per la consueta conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni:

“Per Chiellini vediamo un attimo oggi, però sicuramente non è una delle situazioni in cui c’è grande ottimismo. Faremo le opportune valutazioni e poi decideremo anche col ragazzo, però non c’è grande ottimismo. Se pure avessi voluto fare il 4-3-3, siamo senza il terzino, quindi siamo costretti a tornare al solito modulo. Benitez? Ascoltando le sue parole, penso: se stanno al 75% e sono pari a noi, non ci sarà campionato quando saranno al 100%. Hanno venduto Cavani e hanno fatto una campagna da 90 milioni, l’ anno scorso sono arrivati secondi, quindi penso che se non vincono il campionato non hanno fatto niente. Higuain? E’ forte, un giocatore di livello superiore, che piaceva anche a noi, ma che è costato 40 milioni. Penso che basta questo per descriverlo, abbiamo visto ciò che ha fatto nel Real Madrid, da cui il Napoli ha preso tre giocatori”.

“Non do percentuali, noi viaggiamo già belli spediti. Perciò mi preoccupo, perché penso: quando saranno al massimo, che campionato faranno? Tevez non in Nazionale? A me sinceramente non dispiace, così può riposare e riallenarsi, visto che in questo miniciclo ha giocato sempre e non si è potuto allenare. Carlos è fortissimo: ha grandi qualità, ma anche il temperamento e il carisma. Ce lo teniamo ben stretto, siamo felici di lui. Vince chi ha smaltito meglio la Champions’? Mi auguro che a vincere sia la squadra che gioca meglio in campo: sia noi che il Napoli vogliamo fare la partita, nessuno di noi lotta con il proposito del pareggio”.

“Un’ idea su chi starà fuori? Un centrocampista sicuramente non giocherà dall’inizio, ma per me sarà importante anche averlo in panchina se vorrò dare un cambio di ritmo, cosa che a Madrid non ho potuto fare. Gli infortunati? Dopo la sosta dovrebbero rientrare tutti, tranne Pepe. Per Simone dovete fare domande allo staff, io non posso spiegare l’entità di un infortunio, non sono un dottore. Fernando Llorente? Ha un grande stimolo anche dagli attaccanti che ci sono qui: c’è una competizione interna che non permette rilassamenti. Fernando ha iniziato a far bene, ma può migliorare ancora. Sta molto a lui, continuare con questa serietà: adesso sta facendo bene e deve meritarsi la conferma. Non deve andare in nazionale, quindi può prepararsi al meglio per questo nuovo ciclo. Ha sfruttato bebe questo momento con Giovinco, Vucinic e Quagliarella infortunati. Più si adatta, più è destinato a migliorare”.

“Cosa mi ha permesso di fare Tevez che non avrei potuto fare con Higuain? Sarebbero anche potuti arrivare tutti e due (ride, ndr). Più siamo, meglio è. Sono due attaccanti formidabili, magari Higuain a livello di statistiche fa più gol, mentre Carlos ha piacere di fare anche l’assist per il compagno. Con il Real la palla che ha messo in testa a Marchisio l’abbiamo vista tutti. A Higuain magari piace di più essere in area e giocare per il gol. Sono due grandi calciatori, comunque, ed uno non preclude l’altro“.

Juvenews.eu

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy