CONTE: “Contro di noi, tutti partita della vita”

CONTE: “Contro di noi, tutti partita della vita”

 TORINO – Antonio Conte, allenatore della Juventus, incontra i giornalisti in sala stampa alla vigilia della partita contro il Livorno. EMERGENZA INFORTUNI – “Non è stata una settimana semplice, i giocatori sono rientrati con tempi diversi quindi abbiamo dovuto studiare diversi metodi di allenamento. Caceres, per esempio, è tornato tardi…

 TORINO – Antonio Conte, allenatore della Juventus, incontra i giornalisti in sala stampa alla vigilia della partita contro il Livorno.

EMERGENZA INFORTUNI – “Non è stata una settimana semplice, i giocatori sono rientrati con tempi diversi quindi abbiamo dovuto studiare diversi metodi di allenamento. Caceres, per esempio, è tornato tardi ed è stato catapultato subito in campo. Questo però vale per me come per gli altri tecnici che hanno tanti nazionali in rosa. Avendo calciatori forti in rosa che vengono convocati dalle nazionali, diventa difficile preparare le partite in poco tempo e bene. Questo non deve essere un alibi per noi, anzi deve spingerci a fare ancora meglio”.

BARZAGLI – “E’ tornato infortunato dalla nazionale e domani non sarà disponibile. Ho letto in questi giorni alcune cattiverie su di lui sui giornali e non va bene perché lui è un ragazzo serio. Non conosco i tempi di recupero, difficile che recuperi per la partita col Copenaghen. Chi recupera da un infortunio ha bisogno di allenarsi prima di poter tornare in campo”.

TRAGEDIA SARDEGNA – “Io assieme a tutta la squadra siamo molto vicini al popolo sardo. Dispiace davvero, è una situazione particolare e siamo pronti a dare seguito alle manifestazioni di solidarietà. Se possiamo fare qualcosa siamo pronti”.

LIVORNO – “Troveremo un ambiente caldo, è una squadra che sta onorando il campionato nel migliore dei modi. Nicola ha dimostrato di essere molto bravo lo scorso anno. Incontreremo tante difficoltà come in tutte le gare, perché contro la Juve tutti fanno la partita della vita”.

CAMPIONATO – “Il nostro ruolino di marcia è straordinario e solo il cammino della Roma lo ha offuscato. Quest’anno la concorrenza è ancora più agguerrita e sarà ancor più difficile vincere lo Scudetto”

PIRLO – “In questi anni in bianconero ha fatto cose straordinarie e mi auguro continui su questi livelli. Quando dico che mi auguro che possa essere conservato a lungo mi riferisco a questo, che possa avere sempre la stessa fame e intensità. E’ un campione e i campioni sono importanti se si vuole vincere”.

POGBA – “Paul deve ringraziare se stesso. Con la sua testa ha deciso di seguire un determinato percorso, è arrivato in una squadra con tanti campioni. Gli diamo tutto il supporto possibile, ha le qualità e la voglia di diventare un grandissimo. Ho visto tanti ragazzi bruciarsi, la testa è davvero fondamentale, il talento non basta”.

CURVE CHIUSE – “Dispiace che i nostri tifosi non ci possano essere. Ci spingono sempre al massimo, non averli per due partite è un danno ingente che subisce la squadra. Mi piace questa iniziativa dei bambini in curva, ma vorrei vederli assieme agli altri tifosi in un clima educativo”. (calciomercato.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy