Conte consegna la coppa dello scudetto al J-Museum

Conte consegna la coppa dello scudetto al J-Museum

Antonio Conte regala un altro pezzo di storia al J-Museum. Accolto dal direttore del Museo Paolo Galimberti, il tecnico juventino si è presentato con la coppa dell’ultimo scudetto conquistato nell’ultima stagione. “E’ un dolce peso – afferma ai cronisti di Tuttosport – abbiamo battuto tanti record, sarà difficile superarli. Al…

Antonio Conte regala un altro pezzo di storia al J-Museum. Accolto dal direttore del Museo Paolo Galimberti, il tecnico juventino si è presentato con la coppa dell’ultimo scudetto conquistato nell’ultima stagione. “E’ un dolce peso – afferma ai cronisti di Tuttosport – abbiamo battuto tanti record, sarà difficile superarli. Al massimo eguagliarli. L’obiettivo era quello di centrare lo scudetto”.

 

 

“Una volta conquistato il titolo, abbiamo cercato di raggiungere quota 102 punti, cosa mai fatta da nessuno in Italia. Abbiamo superato anche Real Madrid e Barcellona che si erano fermate a 100 punti. Non era semplice, i ragazzi sono stati straordinari”. Poi il tecnico della Juve fa il conto di tutti i suoi successi ottenuti col club bianconero. “Ho vinto cinque scudetti, 1 Coppa Uefa con Trapattoni, una Coppa Italia con Lippi, poi abbiamo vinto la Champions League, l’Intercontinentale, la Supercoppa,  4 Supercoppe italiane, una Coppa Intertoto, della quale vado fiero di averla alzata. E’ stato un bel percorso da calciatore in cui ho vinto tanto, ma mi piace ricordare che ho perso anche tanto, perché dalle sconfitte ho imparato veramente tanto. Non mi immaginavo i tre trofei sinceramente, neanche nelle più rosee previsioni ci saremmo mai potuti immaginare che dopo tre anni di lavoro avremmo comunque raggiunto tutti questi successi. Né io, né il presidente, né il direttore Marotta, nessuno, penso neanche i tifosi». (Juvenews.eu)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy