CONFERENZA ZAZA: “Pronto per il grande salto, la concorrenza non mi spaventa”. Scelta la maglia numero 7

CONFERENZA ZAZA: “Pronto per il grande salto, la concorrenza non mi spaventa”. Scelta la maglia numero 7

TORINO – Conferenza stampa Simone Zaza (goal.com) La nuova Juventus targata Allegri prende forma dopo gli illustri addii di Tevez e Pirlo, ai quali a breve potrebbe aggiungersi quello di Vidal. Sono peò arrivati importanti giocatori sul fronte offensivo: tra questi c’èSimone Zaza , che dopo l’esplosione al Sassuolo è…

TORINO – Conferenza stampa Simone Zaza (goal.com) La nuova Juventus targata Allegri prende forma dopo gli illustri addii di Tevez e Pirlo, ai quali a breve potrebbe aggiungersi quello di Vidal. Sono peò arrivati importanti giocatori sul fronte offensivo: tra questi c’èSimone Zaza , che dopo l’esplosione al Sassuolo è pronto al grande salto in bianconero. Intervenuto in conferenza stampa, il centravanti italiano si è presentato ai nuovi tifiso mostrando tutto il suo entusiasmo: ” Mi sono trovato subito bene, in questi cinque giorni mi ha colpito l’organizzazione del club. E’ un salto che ho sempre desiderato, ogni calciatore punta ad arrivare in un grande club. Ora devo essere bravo a confermarmi”

 

Nessun timore di perdere la maglia azzurra, Zaza affronta con grande carica l’agguerrita concorrenza del reparto avanzato bianconero: ” Sapevo che alla Juventus ci sarebbe stata una grande concorrenza, ma non mi spaventa. Sono pronto per dimostrare a tutti di poter essere all’altezza. Paura di perdere la Nazionale? La paura per me non c’entra con il calcio, che è solo divertimento. Non ho ancora parlato con Conte, ma credo che la cosa importante sia trovare spazio, per ora non mi sento nè titolare nè riserva”.

Zaza si sente pronto per ritagliarsi un ruolo da protagonista nella Vecchia Signora: “Allenandomi qui sicuramente migliorerò e spero di diventare un giocatore da Juve. Devo dimostrare di esserlo. Io malato di Playstation? Ci giocavo, prendevo tutte le squadre più forti, italiane ed estere. Primo lucano nella storia della Juve? La mia regione non è molto conosciuta, perciò sono molto orgoglioso. Sono molto legato alla mia terra”.

Durante la passata stagione Zaza ha vissuto un periodo difficile, ma il giocatore non attribuisce la flessione alle voci di mercato: ” Sicuramente sono partito molto bene ad inizio campionato, poi è vero ho avuto una flessione nel periodo da febbraio ad aprile, ma le voci di mercato non mi condizionavano. Era solo un momento di difficoltà, poi alla fine mi sono ripreso. Arrivo anticipato a Torino? Sono contento di essere rimasto al Sassuolo, mi è servito per crescere”.

Zaza e Mandzukic formano una coppia di attaccanti duri da marcare per ogni difensore, l’ex Sassuolo esprime le prime sensazioni sul compagno di reparto: ” E’ normale che bisogna fare a sportellate. L’anno scorso ho fatto grandi lotte contro Chiellini e Bonucci. Mario l’ho visto in allenamento questa mattina per la prima volta, non lo conosco bene. Ma ho visto molte sue partite ed è un bomber d’area di rigore. Spero di poter giocare insieme a lui” .

Tridente o due punte non fa differenza, Zaza vuole solo scendere in campo: “Io da due anni gioco in un tridente, ma da settembre ho giocato a due punte in Nazionale. L’importante per me sarebbe giocare. Con chi potrei trovarmi meglio? Non saprei”.

Zaza vestirà la maglia numero 7, il giocatore ha motivato questa scelta: “Era libero ed è lo stesso numero che ho in Nazionale. Non ho mai avuto un solo idolo, mi piaceva molto Van Basten, ma ce ne sono molti altri che mi piacciono molto. Soprannome ‘sammina’? Sinceramente l’ho sentito l’anno scorso, ma non so chi me l’ha attribuito”

Infine i ringraziamenti al Sassuolo, che hanno lanciato Zaza nel calcio che conta: “Devo solo ringraziare il club neroverde, ho passato due anni splendidi. Sono in Serie A soltanto da due anni, prima nessuno mi conosceva, poi mi hanno dato fiducia”.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy