CONFERENZA STAMPA – Allegri: “Voglio una Juve senza pensieri: domani niente Khedira, e su Morata…”

CONFERENZA STAMPA – Allegri: “Voglio una Juve senza pensieri: domani niente Khedira, e su Morata…”

CONFERENZA STAMPA – Big match di grido, per la semifinale di andata della Tim Cup. Dopo aver affondato la Lazio, la Juventus, forte di 11 vittorie consecutive, affronterà l’Inter di Mancini, in vistoso calo di risultati e rendimento. Ecco la consueta conferenza stampa di Allegri al Media Center di Vinovo.

Quanti cambi pensi di fare? Hernanes?
Hernanes lo valuterò, Marchisio è in diffida, il brasiliano è cresciuto molto, sarà importante da qui alla fine. Sicuramente ci saranno dei cambi, non sarà della partita Khedira, e Zaza squalifica.

Khedira ha problemi?
Non ha problemi fisici, non è neanche scelta tecnica. Ha giocato domenica, ha fatto una partita buona per intensità, gli altri stanno tutti bene, voglio farlo allenare per una settimana di fila. Domani scenderà in campo la migliore formazione, considerando anche che sarà una partita in 180′, non secca.

Morata?
Se ha troppi pensieri deve toglierseli dalla testa, perché è giovane e deve essere spensierato. Gli manca il gol, contro la Roma ha fatto bene, sono contento di lui, e domani sarà della partita”

Sostituto di Bonucci?
Giocando con la difesa a 4 Barzagli come caratteristiche e a livello tecnico può giocare al centro della difesa. Rugani? Ha più difficoltà a giocare in mezzo nei tre al momento.

Bonucci gioca? Ti attendi una Juve meno brillante visto il lavoro fisico intenso?
Bonucci dovrà valutarlo oggi, la squadra viene da due mesi e mezzo importanti a livello fisico. I ragazzi stanno più o meno tutti bene, ci saranno anche rientri dagli infortuni. Ora non bisogna pensare a quello che è stato fatto, ma bisogna essere più incoscienti, perché venendo da 11 vittorie stare con la testa al passato può creare non pressioni, ma qualche pensiero più. Non possiamo pensare a maggio, dobbiamo pensare domani alla Coppa Italia. E poi penseremo al Chievo, senza proiettarci troppo in avanti o a quello che è stato fatto.
L’Inter concede di più, è in difficoltà davanti, che ti aspetti?
Un’Inter rabbiosa, che ha voglia di centrare la finale, di fare una prestazione importante, perché viene da un pareggio in casa con il Carpi. Non è in difficoltà, è dentro la lotta Scudetto, domani per noi sarà una partita molto difficile, dovremo essere molto bravi.

Dybala possiamo considerarlo un titolare domani?Pogba?
Pogba ha riposato a Udine, domani deciderò, nel suo ruolo c’è Asamoah che mi dà garanzie. Dybala? Non è che se vinciamo devono giocare sempre gli stessi. Contro la Lazio ho cambiato tanto e abbiamo giocato bene, essere in forma da qui alla fine è importante per puntare lo Scudetto, bisogna anche gestire.

Spensieratezza dei giovani quanto conta?
Anche Buffon è spensierato, sennò diventa più vecchio di quello che è (ride ndr). I giovani hanno entusiasmo, vanno guidati con equilibrio, perché non abbiamo fatto niente, il Napoli in campionato sta andando meglio.

Hai avuto sensazione contro la Roma di poterla vincere?
Contro la Roma non è stato semplice, è stata una partita ben gestita e portata in fondo con una giocata straordinaria di Dybala. In questo momento qui pensare troppo fa male, bisogna essere più incoscienti, questo non vuol dire perdere l’equilibrio, è diverso.

Contro l’Inter sfida attesissima dai tifosi, per lei è sfida particolare?
Non ho sfide particolari, le partite importanti sono tutte belle da giocare. Ci sono momenti in cui questa partita vale il campionato, o altri come l’anno scorso quando avevamo vinto lo Scudetto e loro erano fuori da tutto. Chi esce da questa partita arriverà in finale, obiettivo per noi e per loro.

Juve a posto sul mercato. Le concorrenti si muovono, è un vantaggio quello che avete?
Il vantaggio è che la rosa è competitiva e siamo tornati dagli infortuni, quasi tutti. Un giocatore che non migliora la rosa e aumenta solo di numero non ha senso prenderlo. Per migliorare la rosa serve un giocatore di grande qualità, che a gennaio è difficile da prendere, anche se la società sta monitorando. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, non al mercato degli altri, che avranno fatto le loro valutazioni.

Cuadrado merita di essere confermato?
Cuadrado sta facendo bene, è migliorato molto, può spezzare la partita, può giocare dall’inizio e dà qualità in campo, se parte dopo gioca come se avesse iniziato lui. Sul suo mercato valuteranno poi Juventus e Chelsea, le due società.

Caceres? 
Sta bene, Cuadrado valuto oggi ma potrebbe partire da titolare”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy