CONFERENZA STAMPA – Allegri: “Inter favorita per lo Scudetto, ma non si decide domani”

CONFERENZA STAMPA – Allegri: “Inter favorita per lo Scudetto, ma non si decide domani”

Convocati

CONFERENZA STAMPA – Allegri parla in conferenza stampa prima del delicatissimo match di domenica sera contro l’Inter. E’ vigilia, tra incertezze di formazione, dubbi, nazionali e rientri alla base: a Vinovo il bollettino medico è stato bollente, ora parola ad Allegri.

Partita da dentro o fuori? 

“Non è una partita da dentro o fuori, in questo momento bisogna essere realisti, il nostro obiettivo è arrivare a marzo ed essere in lotta per lo Scudetto. Questa è una partita importante ma non decide lo Scudetto, è il derby d’Italia, viene visto in tutto il mondo, ma per recuperare i punti bisogna dare continuità ai risultati. A marzo dobbiamo essere in lotta per lo Scudetto, mancheranno due mesi, dobbiamo arrivarci nelle migliori condizioni”.

La formazione?

“Non posso darvi la formazione perché non la so neanche io (ride). Da valutare la condizione di tutti, dai nazionali agli infortunati: alcuni nazionali non hanno recuperato bene, gli infortunati oggi devo valutarli, anche se tutti hanno lavorato con la squadra”.

Più importante la Champions o la partita di domani?

Domani è importante, ma guardando la Champions, che si chiuderà per la fase a gironi l’8 dicembre, mercoledi sarà la sfida decisiva per il passaggio del turno oppure un passo avanti  per quello che è il primo obiettivo della stagione”.

Gli altri allenatori hanno indicato la Juve come la favorita per lo Scudetto.

Garcia dice il contrario dell’anno scorso, Mancini cerca di togliere pressioni all’Inter, in questo momento la classifica dice che l’inter è la favorita, la Roma è la seconda favorita, il Napoli è terzo, la Juve è quarta, anzi il Milan è prima perché ha 9 punti. Anche la Fiorentina sta giocando bene, è una delle candidate a lottare per i primi posti ma non per la vittoria finale”. 

Sono le assenze il problema?
Le annate nel calcio non sono uguali, il calcio non è matematica, abbiamo avuto diverse problematiche. Domani per la prima volta più o meno abbiamo tutti a disposizione, anche se c’è un dislivello di condizione fisica con chi ha sempre giocato. Khedira ha giocato 1 partita, anche Marchisio pochissimo, Mario 2 e siamo ad ottobre. Tutti devono ritornare ad avere una condizione accettabile. 
Vedendo i numeri bisogna cercare di prendere meno gol, in rapporto alle occasioni abbiamo preso troppi gol. in questo momento non abbiamo terzini destri di ruolo, e dobbiamo giocare con sistema di gioco diverso. In questo momento il terzino possono farlo Padoin e Sturaro. Marchisio sta bene, credo che domani rientrerà”.

L’allenatore è un uomo solo?

La prima regola che ti dicono a Coverciano: ricordatevi che l’allenatore è un uomo solo con la valigia in mano. I risultati vanno fatti prima di Natale, anche in Champions non solo in campionato. Per quanto riguarda la condizione la troveranno giocando ed allenandosi di nuovo con la squadra. Abbiamo una partita ogni 3 giorni da qui a Natale, bisogna far coincidere il tempo a disposizione con i risultati con il gioco.


Chi temi?
Non temo nessuno, ma lo rispetto. L’Inter è ottima squadra, con grandi giocatori, allestita per vincere il campionato. E’ il derby d’italia, è uno stimolo impoertante a far bene, bisogna fare una partita bella, giusta, importante dall’aspetto tecnico. NOn si può andare a Milano e sbagliare a livello tecnico.

Pogba e Morata?
Oggi valutiamo Pogba, ha avuto solo distorsione alla caviglia, niente di che. Morata ha preso un colpo sulla tibia, vediamo oggi come sta, ieri ha fatto gran parte dell’allenamento con la squadra.  
La causa dei punti di ritardo non sono le assenze, ma abbiamo sbagliato alcune partite, dovevamo avere miimo 4 punti in più. Posso sicuramente dire che il fatto di avere tutti a dispizizione mi aiuterà nelle valutazioni e nelle scelte, nel creare concorrenza nella squadra e sopratutto far rifiatare i giocatori che hanno giocato di più. I nazionali giocano ininterrotamente senza un giorno di riposo. Avere tutti a dispiszioni li farà riposare. Ci aspetta un mese dove giocheremo tutti i giorni.
Mario Mandzukic?
Mandzukic è convocato per domani, vedrò le sue condizioni, come per gli altri, oggi pomeriggio. Quando ci sono i rientri di nazionali non c’è mai situazione uguale, si creano sempre situazioni diverse, bisogna valutarle di volta in volta.

______________________________________

Resta collegato tutto il giorno con Juvenews.eu. A partire da metà mattinata, tutte le news di Rassegna Stampa e non solo. Leggi tutti i quotidiani in chiave bianconera con un semplice clic. A tua disposizione La Gazzetta dello Sport e naturalmente Tuttosport. Juvenews.eu ti aspetta inoltre con la sua diretta live, le voci del pre e post partita e il commento in occasione di ogni gara ufficiale e amichevole della nostra Juventus. Vivi le partite della Vecchia Signora, condividi i nostri articoli, fai girare la voce, inserisci la tua mail e commenta gli articoli. Accendi la tua passione bianconera con Juvenews.eu e visita la nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/Juvenews.eu.

_______________________________________

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy