CONFERENZA ALLEGRI: “Obiettivo semifinale”

CONFERENZA ALLEGRI: “Obiettivo semifinale”

Vigilia di Juventus-Monaco, quarto di finale di Champions League. Dalle 18:30, nella sala stampa dello Juventus Stadium, Massimiliano Allegri e Giorgio Chiellini, presentano la sfida nella consueta conferenza stampa della vigilia. Tuttojuve.com seguirà ovviamente l’evento in diretta, riportando integralmente e in tempo reale le dichiarazioni dell’allenatore e del difensore della…

Vigilia di Juventus-Monaco, quarto di finale di Champions League. Dalle 18:30, nella sala stampa dello Juventus Stadium, Massimiliano Allegri e Giorgio Chiellini, presentano la sfida nella consueta conferenza stampa della vigilia. Tuttojuve.com seguirà ovviamente l’evento in diretta, riportando integralmente e in tempo reale le dichiarazioni dell’allenatore e del difensore della Juventus.

 

Quanto può influenzare la sconfitta contro il Parma in vista di questa partita?
CHIELLINI:
“No, sicuramente avremmo preferito vincere, però non influenzerà minimamente la partita di domani. Purtroppo quando giochi tante partite così, consecutivamente, ravvicinate, quando soprattutto raggiungi risultati positivi, a volte, non ci dovrebbe essere, ma un calo fisiologico è da mettere in preventivo. Lo abbiamo avuto l’anno scorso in un periodo simile, lo abbiamo avuto purtroppo sabato. Ma ora abbiamo una settimana troppo bella e troppo importante per farci minimamente influenzare da quello che è successo sabato”.

Come vedete il Monaco in Italia?
CHIELLINI:
“Il Monaco sicuramente è una squadra dove c’è un mix di giocatori con grande esperienza internazionale e giovani che stanno crescendo esponenzialmente in questo ultimo periodo. E’ una squadra che si è riaffacciata al grande calcio negli ultimi anni, ma quest’anno ha sicuramente trovato una grande consapevolezza, una continuità, e lo dimostrano i risultati che comunque ha nel campionato francese, dove ha la miglior difesa e sta facendo bene, e soprattutto nel girone di Champions e negli ottavi, dove ha sopreso un po’ tutti. Quindi da parte nostra c’è grande rispetto, sappiamo le difficoltà che troveremo domani e siamo pronti, non ci facciamo certo condizionare magari dalle illusioni o dall’euforia che può venire dall’esterno, di chi magari sottovaluta il Monaco. Noi non la pensiamo così e non commetteremo assolutamente questo errore”.

Ad Allegri chiedo se Pirlo e Barzagli giocano. A Giorgio: siete arrivate a questo punto due anni fa col Bayern Monaco. Le emozione che hai a giocarti l’accesso alla semifinale dopo che hai fatto tutta la trafila, serie B, due settimi posti….
CHIELLINI
: “Secondo me c’è una crescita di questa squadra che ci sta portando ad affrontare queste partite con una consapevolezza diversa rispetto a due anni fa. Questo gruppo sta crescendo, sta maturando, si sta abituando ad affrontare certi palcoscenici e secondo me siamo pronti a fare qualcosa veramente  di importante. Poi chiaramente tutte queste parole vanno dimostrate in campo, però credo che ci siano delle emozioni e una grande consapevolezza diversa rispetto al passato”.
ALLEGRI: “Per quanto riguarda Pirlo e Barzagli, sono in buone condizioni, così come sono stati recuperati in pieno Tevez e Buffon. Andrea è 40-45 giorni che non gioca una partita, Barzagli si è fermato negli ultimi 4 giorni per un affaticamento muscolare, dovrò decidere se giocano tutti e due, o se ne gioca uno, o se non gioca nessuno dei due. Quindi fino a domani mattina difficilmente deciderò. Nell’ultimo allenamento di domani mattina deciderò il da farsi”.

L’assenza di Paul Pogba è un vero handicap. C’è possibilità che giochi al ritorno?
ALLEGRI:
“Per quanto riguarda le possibilità che Pogba giochi la partita di ritorno, praticamente sono pari a zero. Per quanto riguarda l’assenza, non c’è, fortunatamente ho dei giocatori a centrocampo in grado di sostituirlo, non con le stesse caratteristiche, ma sicuramente a metà campo possiamo giocare bene lo stesso”.

 

Sorpreso dalla qualificazione del Monaco con l’Arsenal? La Juventus alla luce della sua storia europea è favorita per questa partita e per questo turno?

ALLEGRI: “E’ stata una sorpresa, ma credo che poi il Monaco abbia ampiamente meritato questo quarto di finale. Una squadra che nel girone eliminatorio elimina il Benfica e lo Zenit, subisce un gol in sei partite, diciamo che compresi gli ottavi ha subito solamente quattro gol e ne ha fatti sette, ha dei valori. E soprattutto in Francia credo abbia la miglior difesa, ha subito solamente 22 gol. Questo dimostra che questi numeri non sono fatti per caso, è una squadra molto organizzata, l’allenatore è molto bravo e furbo, quindi per passare il turno noi dovremo fare due belle partite, perchè non è che si gioca una qualificazione in 90 minuti, ma la qualificazione è la stessa qualificazione del Dortmund, quindi domani sera bisognerà avere grande pazienza, molta pazienza, bisognerà giocare bene e sapere che molto probabilmente, difficilmente, non si risolverà la questione del quarto di finale domani sera a Torino. Tutti lo vorremmo, ma credo sarà molto difficile. Quindi bisognerà fare molta attenzione, perchè poi non abbbiamo tempo per rifarci, perchè quando ci sono le partite andata e ritorno devi sbagliare il meno possibile”.

Ma siete favoriti?
ALLEGRI:
“Favoriti… ci danno favoriti, ma in un quarto di finale credo che una squadra possa essere un po’ più favorita dell’altra, però per noi sarà molto difficile arrivare alla semifinale se non giochiamo con la stessa intensità tecnica e mentale che abbiamo avuto contro il Dortmund. Io credo che queste due partite siano molto più complicate”. 

Cosa pensa della stagione di Evra? E’ soddisfatto delle sue prestazioni?
ALLEGRI
: “Patrice sta facendo una buona annata, sono molto soddisfatto soprattutto dell’ultima parte della stagione, perchè i primi mesi ha avuto un po’ di periodo di adattamento. E’ un giocatore importante con grande personalità e credo sia cresciuto molto. E’ stato per tanti anni fuori dall’Italia, giocando in un campionato e in un calcio completamente diverso, però visto che è un ragazzo molto intelligente si è subito calato nella realtà del campionato italiano e in questo momento sta facendo bene”.

Perchè questa doppia sfida sarà più dura di quella col Dortmund. Come possono influenzare le assenze eventuali di Pirlo e Barzagli l’assetto della squadra?
ALLEGRI:
“E’ più complicata perchè quando giochi contro una squadra che prende pochi gol, le partite sono più complicate. Perchè poi ti viene la voglia di buttarti in avanti e quindi magari di concedere più spazi, cosa che noi non dobbiamo fare. Mentre il Borussia aveva caratteristiche completamente diverse, è una squadra che ha più qualità offensive che difensive e lo dimostrano i numeri, mentre il Monaco è l’opposto. Quindi quando giochi queste partite devi avere la pazienza, l’umiltà di saper affrontare una squadra che a livello difensivo è molto forte, di conseguenza bisogna fare una partita molto intelligente sotto tutti i punti di vista”.

Domani dobbiamo attenderci una partita noiosa?
ALLEGRI
: “Noiosa no, io spero che sia anche noiosa, ma se non subiamo gol… perchè in casa non subire gol è molto importante, l’ho detto anche l’altra volta. Qualcuno mi ha accusato che volevo giocare per lo 0-0, però il nostro obiettivo è quello di passare il turno. Poi che ci si arrivi con uno 0-0 o con un 1-1 va bene lo stesso. Noi sappiamo che affrontare il Monaco non è come affrontare il Borussia Dortmund, sono due squadre diverse e quindi vanno affrontate in modo diverso. Non so se la partita sarà noiosa. Poi il calcio è imprevedibile, perchè poi dopo due minuti viene fuori un gol e magari la partita diventa spettacolare, però noi dobbiamo guardare al nostro obiettivo che è quello di arrivare in semifinale”.

Cosa pensa di Raggi? Si sente dimenticato dalla Nazionale…
CHIELLINI: “
Conosco Raggi da tantissimo tempo, ho giocato con lui anche in Under 21 e sono molto contento che stia facendo questo percorso importante e di incontrarlo domani in una vetrina come la Champions League, i quarti di finale. Secondo me è stato anche lui bravo e fortunato a cogliere l’occasione del Monaco dopo aver fatto comunque bene a Bologna, era in scadenza di contratto, e il Monaco era una società che era scesa in Serie B, ma sicuramente da un futuro roseo. Si sta affermando, ho letto che pochi giorni fa ha rinnovato il contratto, quindi credo che anche da parte sua non ci sia un sentimento di rivalsa, di rivincita, verso il calcio italiano, perchè sta facendo davvero bene. Per quanto riguarda la Nazionale, poi sono domande che dovete fare a Conte, ma è sempre stato aperto a giocatori che giocano in altri campionati e sono convinto che se Andrea continuerà a fare così bene verrà data un’occasione anche a lui”.

FONTE: Tuttojuve.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy