CONFERENZA – Allegri: “Pensiamo a vincere e basta. Pogba? Per diventare un grande deve mettersi in discussione”. Marchisio: “La Juventus ha dimostrato che l’Europa è casa nostra”.

CONFERENZA – Allegri: “Pensiamo a vincere e basta. Pogba? Per diventare un grande deve mettersi in discussione”. Marchisio: “La Juventus ha dimostrato che l’Europa è casa nostra”.

CONFERENZA – Crocevia importante per il destino bianconero in Champions. Domani sera di scena allo Juventus Stadium, il quinto appuntamento del girone D tra Juventus e Manchester City. Le parole di Allegri e Marchisio

CONFERENZA - Allegri va al Max:

CONFERENZA – Crocevia importante per il destino bianconero in Champions. Domani sera di scena allo Juventus Stadium, il quinto appuntamento del girone D tra Juventus e Manchester City. Per entrambe le squadre, l’obiettivo è quello di centrare il primo posto che renderebbe più abbordabile l’eventuale sorteggio per gli ottavi di finale. Ecco le parole del tecnico Massimiliano Allegri: “E’ una partita importante perché può valere il primo posto. Dobbiamo pensare a vincere, perché ci darebbe la certezza della qualificazione, unico vero obiettivo. In caso di mancata vittoria saremo poi legati al risultato del Siviglia. Noi dobbiamo pensare di fare 95 minuti sapendo di affrontare una delle squadre più forti d’Europa”. Differenza tra Pogba e Yaya Touré: “Ci sono 10 anni di differenza e differenza c’è. E’ normale che Paul ha tempo per migliorare e margini di crescita. Sta a lui continuare a farlo non beandosi di ciò che fa ma mettendosi in discussione”. Manzdukic o Dybala: “Davanti ho anche Morata e Zaza. Di questi quattro ne giocheranno due. Più che questione di moduli è questione di caratteristiche. Non ho sinceramente deciso. Ci sono queste due soluzioni che cambierebbero lo giocare a tre dietro o a quattro”. Problematiche: “Sono arrivati giocatori nuovi e ci vuole tempo. Sono ragazzi che avevan bisogno tempo. E’ normale che nel mentre, in campionato, abbiamo lasciato un po’ di punti per strada. In Champions no, ma a oggi. Domani c’è una gara difficile. Servirà anche l’importante sostegno dei tifosi. E’ vero che i quattro anni precedenti si sono abituati alle vittorie com’è nella storia della Juventus. Ogni volta che si riparte però bisogna lottare e niente è facile e scontato. Questi ragazzi hanno bisogno di una mano e i supporter penso capiranno l’importanza di questo”. Il rendimento in Champions: “Sono rimasto sorpreso dai punti in meno in campionato. Il cammino in Europa è stato al momento importante ma mancano due scontri diretti”. Dybala: “Non mi preoccupa non farlo giocare per il processo mediatico. Sono preoccupato dai troppi elogi. Lui ha 21 anni, sta facendo bene, ma va lasciato crescere in totale serenità. Non gli si possono addossare le responsabilità della Juventus”. Mandzukic, partenza a rilento: “Credo che alla fine dell’annata farà i suoi gol. Due li ha fatti pesanti, a Manchester e a Empoli. Quando un giocatore fa queste cose è importante. Avremo bisogno di tutti”. Il City e la sconfitta col Liverpool: “Grande pressione dei Reds. Il City ha avuto buone occasioni ma è una partita che fa storia a se come tutte le partite. E’ normale che tutti noi dobbiamo sfruttare semplicemente i punti deboli”. Segnali positivi: “Bisogna continuare così, senza forzare giocate che ci espongono ai contropiedi.”

Queste invece le dichiarazioni di Marchisio: “Io fra i migliori centrocampisti della Champions passata? Mi rende molto felice. Vuol dire che abbiamo fatto un grande lavoro di gruppo visto che c’è anche Arturo che adesso non gioca più con noi”. La vigilia: “Io andrei subito a guardare il percorso fatto in Europa. C’è stata grande continuità. L’anno scorso ci siamo giocati la finale e quest’anno, in un momento difficile in campionato, abbiamo vinto subito due sfide. Adesso incontreremo di nuovo il City, una squadra piena di campioni che nella loro storia non sono mai andati tanto avanti. Sappiamo quanto è difficile questa competizione e la loro voglia di arrivare primi, pari alla nostra. Ce la giocheremo fino all’ultimo”. Il ritorno di Marchisio e la solidità: “Oltre alla mia presenza e all’esperienza penso non altro. C’è stato tanto lavoro dopo un periodo non facile con tanti infortuni e giocatori nuovi. Siamo riusciti a farlo nel tempo e in campionato stiamo facendo quello che bisogna fare, vincere”. La formazione di Allegri: “Prenderà le scelte lui”.  La Champions di quest’anno: “Io sono stato fuori i primi mesi e ho visto una grande squadra. La Juventus ha dimostrato che ormai l’Europa è casa nostra. Non sarà facile domani, lo sappiamo. Il City ha subito una sconfitta pesante in campionato e questo può essere un problema. Dovremo fare attenzione oltre a tutte le loro qualità anche alla loro rabbia”. 

__________________________________________________________________________________

Resta collegato tutto il giorno con Juvenews.eu. A partire da metà mattinata, tutte le news di Rassegna Stampa e non solo. Leggi tutti i quotidiani in chiave bianconera con un semplice clic. A tua disposizione La Gazzetta dello Sport e naturalmente Tuttosport. Juvenews.eu ti aspetta inoltre con la sua diretta live, le voci del pre e post partita e il commento in occasione di ogni gara ufficiale e amichevole della nostra Juventus. Vivi le partite della Vecchia Signora, condividi i nostri articoli, fai girare la voce, inserisci la tua mail e commenta gli articoli. Accendi la tua passione bianconera con Juvenews.eu e visita la nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/Juvenews.eu.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy