CONFERENZA – Allegri: “Non dobbiamo sottovalutare il Chievo. Morata, Dybala e Zaza se la giocano”

CONFERENZA – Allegri: “Non dobbiamo sottovalutare il Chievo. Morata, Dybala e Zaza se la giocano”

CONFERENZA – Allegri: “Non dobbiamo sottovalutare il Chievo. Morata, Dybala e Zaza se la giocano”

TORINO – Ecco la conferenza stampa della vigilia di Massimiliano Allegri:

Ancora una vittoria e raggiungerà il record di 12 vittorie di Conte. Ma a lei non interessa questo?
“No. Non mi interessa perche mancano ancora tante partite e vincerne così tante insieme non vuol dire vincere lo scudetto, dobbiamo continuare a fare quello che di buono abbiamo fatto fino ad ora. Il Chievo è una squadra che corre molto e che gioca molto bene. Si gioca alle 12.30, quindi domattina bisogna cercare di svegliarsi subito ed essere pronti per la partita”.

Domani uno tra Chiellini e Bonucci riposerà?
“Bonucci gioca, Chiellini deciderò domani. Caceres ha recuperato abbastanza bene dalla partita, Rugani sta bene, Barzagli anche. Purtroppo abbiamo perso in questo momento Mandzukic e Asamoah, speriamo di averli nel più breve tempo possibile, speriamo soprattutto Mandzukic di poterlo riavere prima della partita di Champions”

A centrocampo si aspetta qualcosa last minute nel mercato?
“Last minute non so, però di buono c’è il rientro di Roberto Pereyra. Una settimana fa pensavo di potergli dare qualche giorno in più per rientrare, però i progressi che ha fatto nell’ultima settimana sono stati buoni e quindi domani è a disposizione”

I media inglesi parlano di un Massimiliano Allegri che potrebbe diventare l’allenatore di Chelsea o United, tu ci puoi dire che sarai l’allenatore della Juventus anche per la prossima stagione?

“Questo dovete domandarlo alla società. Qui ho un contratto e lo rispetterò fino alla fine ma se la società domani mi esonerasse mi guarderei intorno. La cosa più importante da fare ora è solamente guardare al Chievo e a rimanere concentrati sul nostro cammino”.

Ormai siete arrivati a 14 vittorie consecutive tra campionato e coppa. E’ veramente così difficile affrontare il Chievo che non ha lo stesso fascino di Roma e Inter?
“Prima di tutto è aumentata la competizione all’interno del gruppo perche ora stanno tutti bene e tutti vogliono giocare. I calciatori devono sapere che se si scende in campo bisogna dare tutto e se questo non avviene si arriverà alla sostituzione. Secondo, il Chievo va rispettato , come ogni squadra. Non giocheranno sicuramente per farci vincere, sarà una partita tosta e dobbiamo rispettarli”.

Se dovessi accorgerti che qualcuno non si impegna contro il Chievo potresti lasciato fuori contro il Bayern?
“Il Bayern è tra un mese ora bisogna concentrarsi sulla partita di domani. I ragazzi sono in grado di farlo e il gruppo ha ben chiaro quali siano i nostri obiettivi. Domani sono sicuro che giocheranno come sanno, almeno per l’approccio, poi per il risultato solo il campo potrà dirci se siamo stati bravi a portare i tre punti a casa”.

Pereyra lo vede solo da trequartista? L’Inter veniva data per favorita, ma l’altro giorno si è vista il contrario. E’ ancora convinto che l’Inter sia la favorita?

“In questo momento l’Inter non è favorita per lo scudetto ma resta in corsa. Non dimentichiamoci cosa veniva detto della Juventus due mesi fa e guardandoci oggi è cambiato tutto. Il calcio va visto con equilibrio. Pereyra l’anno scorso ha fatto benissimo l’interno di centrocampo quindi con questo sistema di gioco possiamo tranquillamente giocare con due interni più offensivi”.

Finalmente Morata ha ritrovato il gol, l’infortunio di Mandzukic potrebbe convincere lei o la società a tornare sul mercato per prendere un attaccante?
“No. Non bisogna andare sul mercato per prendere un attaccante così, perche potrebbe servire. Mario sarà fuori per un mese, spero meno, ma tornerà. Per quanto riguarda Morata, è tornato al gol ne ha siglato su azione e uno su rigore, peraltro importantissimo. Ora deve tornare anche in campionato”

Il fatto che Mandzukic non ci sia le leva ogni dubbio oppure Zaza rimane li a dar fastidio?
“Lui ha bisogno di giocare ma la Juventus ha bisogno di vincere e scelgo i giocatori in base a come credo possano aiutare la squadra in una specifica partita. Simone ha la media gol più alta di tutti gli attaccanti e con l’assenza di mario hanno una chance tutti e tre”.

________________________________________________________________________________

Resta collegato tutto il giorno con Juvenews.eu. A partire da metà mattinata, tutte le news di Rassegna Stampa e non solo. Leggi tutti i quotidiani in chiave bianconera con un semplice clic. A tua disposizione La Gazzetta dello Sport e naturalmente Tuttosport. Juvenews.eu ti aspetta inoltre con la sua diretta live, le voci del pre e post partita e il commento in occasione di ogni gara ufficiale e amichevole della nostra Juventus. Vivi le partite della Vecchia Signora, condividi i nostri articoli, fai girare la voce, inserisci la tua mail e commenta gli articoli. Accendi la tua passione bianconera con Juvenews.eu e visita la nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/Juvenews.eu.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy