CONFERENZA ALLEGRI: “Dopo Doha nessun contraccolpo, ma ora non possiamo più sbagliare”

CONFERENZA ALLEGRI: “Dopo Doha nessun contraccolpo, ma ora non possiamo più sbagliare”

La Juventus riparte dall’Inter dopo la sfortunata finale di Supercoppa: “La squadra è tornata carica – assicura in conferenza stampa il tecnico Massimiliano Allegri -. Domani ci aspetta il classico derby d’Italia, contro una squadra che ultimamente ha fatto dei progressi, ha trovato autostima e soprattutto è pericolosa. Basta vedere…

La Juventus riparte dall’Inter dopo la sfortunata finale di Supercoppa: “La squadra è tornata carica – assicura in conferenza stampa il tecnico Massimiliano Allegri -. Domani ci aspetta il classico derby d’Italia, contro una squadra che ultimamente ha fatto dei progressi, ha trovato autostima e soprattutto è pericolosa. Basta vedere i risultati di ieri, del Barcellona e del Real: la prima gara dell’anno è sempre difficile, è come la prima di campionato. Non è una questione né fisica, né tecnica, ma solo di testa. Domani vince chi è più concentrato”. 

 

 

 

 

 

NESSUN CONTRACCOLPO — Contro Mancini, tornano a disposizione Caceres e Marrone; Barzagli ancora fuori. “Contraccolpi dopo Doha? Non ce ne sono – assicura Allegri -. La partita si è decisa dopo 15 calci di rigore e tre match-ball nostri. Il percorso della Juventus da luglio e oggi è quasi netto. Adesso si avvicina il finale di stagione e il tempo di sbagliare non ce n’è più: abbiamo il campionato, la Champions League e la Coppa Italia”.

  

TEVEZ — “Tevez non rinnova? Manca un anno e mezzo. Si può cambiare idea, magari l’ha detto in un periodo di rilassatezza. E comunque le dietrologie non valgono, Tevez si comporterà da professionista fino alla fine”.

 

SNEIJDER — Parole di elogio per uno dei grandi obiettivi del mercato bianconero: “Sneijder? Anzitutto facciamolo arrivare, se arriva. È ancora un giocatore del Galatasaray. Ha grandi capacità tecniche – sottolinea Max – e andrebbe a completare un reparto già molto forte. La squadra può reggere più giocatori offensivi, dipende dalla voglia di sacrificarsi quando la palla è degli avversari”. (gazzetta.it)


Juvenews.eu
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy