ALLEGRI: “Concentrati, serve un grande match”

ALLEGRI: “Concentrati, serve un grande match”

Il pareggio di Roma ha negato alla Juventus la possibilità di ‘ammazzare’ definitivamente il campionato, per questo l’impegno di lunedì sera contro il Sassuolo rappresenta una chance da non fallire per lanciare un ulteriore messaggio ai giallorossi. Massimiliano Allegri, in conferenza stampa, ha affermato: “Non sono preoccupato per il prossimo…

Il pareggio di Roma ha negato alla Juventus la possibilità di ‘ammazzare’ definitivamente il campionato, per questo l’impegno di lunedì sera contro il Sassuolo rappresenta una chance da non fallire per lanciare un ulteriore messaggio ai giallorossi. Massimiliano Allegri, in conferenza stampa, ha affermato: “Non sono preoccupato per il prossimo mese, anche se ci sono errori che non facevamo in precedenza. Ci sono periodi nei quali prendi un goal alla prima punizione contro, altri nei quali commetti un errore ma non prendi goal. Dobbiamo solo migliorare alcune situazioni, al momento la squadra sta facendo una stagione importante, siamo a marzo e siamo ancora in lotta su tre fronti“. 

 

Il tecnico confessa di aver voluto analizzare a lungo con la squadra cosa non ha funzionato in Coppa Italia: “La Fiorentina nel secondo tempo di giovedì ha avuto due occasioni che ci hanno messo sotto, d’altronde è una squadra con un’ottima tecnica. Abbiamo analizzato serenamente la partita persa contro la Fiorentina, come è capitato già in precedenti occasioni dove qualcosa non era andato per il verso giusto, anche quando abbiamo vinto. Occorre fare maggiore attenzione in determinate situazioni, per esempio i goal della Viola sono arrivati su nostri errori in disimpegno. Non possiamo più sbagliare certe cose, soprattutto non concedere ripartenze su calci d’angolo a nostro favore”.

Il pari contro la Roma della settimana scorsa non gli fa considerare chiuso il discorso Scudetto: “Non considero ancora chiuso il discorso Scudetto, non sono ancora sufficienti 9 punti di vantaggio. Vincere 4 titoli di fila in Italia non è una cosa facile, credo che poche squadre ci siano riuscite, a qualcuno invece sembra una cosa scontata e dovuta. Bisogna quindi essere molto orgogliosi di quello che stanno facendo questi ragazzi. Era impensabile poter prentendere che la questione Scudetto fosse già chiusa a febbraio-marzo. Rimaniamo sereni, siamo alla stretta finale e c’è bisogno di mantenere alta la guardia”.

C’è però adesso da pensare prima di tutto al Sassuolo, squadra più che ostica: “E’ una squadra sempre molto complicata da affrontare, diciamo che mi accontenterei anche di vincere per 1-0. Quei tre giocatori che hanno in avanti li hanno così di qualità poche squadre in Italia. Le partite del girone di ritorno sono sempre più difficili rispetto a quelle dell’andata, motivo per il quale per portare a casa i tre punti ci vorrà una grande partita”.

Da qui a fine stagione ci sarà sempre turnover. Menzione specifica per Pogba e Vidal: “Sono sicuro che coloro che hanno giocato di meno sino a questo momento potranno essere decisivi nel risultato finale di questa stagione. Non è pensabile che 12 giocatori possano disputare 50 partite: abbiamo una rosa adeguata per poter essere competitivi su tutti i fronti sino alla fine. Vidal? Sta bene fisicamente, quest’anno ha già fatto molti goal. Pogba? Potrà raggiungere uno spessore mondiale solamente lavorando bene sulla propria maturazione personale”. (goal.com)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy