Ciudad Oculta e Llorente ruggisce

Ciudad Oculta e Llorente ruggisce

Gelati, il Verona rischia il colpaccio allo Juventus Stadium, poi la reazione. Si ripete Carlitos, abbraccia sempre più da vicino il suo pubblico. L’argentino, non si strattiene lancia messaggi in giro per il mondo. Contro la Lazio “Fuerte Apache” il quartiere di nascita, ieri Ciudad Oculta altra realtà povera amata…

Gelati, il Verona rischia il colpaccio allo Juventus Stadium, poi la reazione. Si ripete Carlitos, abbraccia sempre più da vicino il suo pubblico. L’argentino, non si strattiene lancia messaggi in giro per il mondo. Contro la Lazio “Fuerte Apache” il quartiere di nascita, ieri Ciudad Oculta altra realtà povera amata e seguita anche in passato da Papa Bergoglio. Il numero 10 bianconero è il valore aggiunto ad una squadra già forte e Antonio Conte ieri ha fatto una bella “scoperta”. Col capello arruffato Llorente ha incornato verso la porta. Finalmente il ruggito, accantoniamo i miagolii. Lo spagnolo adesso, può dire di aver iniziato ufficialmente la sua storia d’amore con la Juventus. 

Ci voleva il suo gol “al momento giusto e che tempismo” ha commentato Marotta. E dunque, eccoli i passi fuori dalla gabbia, è arrivato anche Llorente che adesso ha voglia di stupire. 

S. Ippoliti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy