Ci risiamo: per Repubblica scontro Juve-Conte

Ci risiamo: per Repubblica scontro Juve-Conte

TORINO – Anche il dg dei bergamaschi, Marino , seguiva da tempo il ragazzo: niente di cui stupirsi, viste le qualità superiori che Pogba già esponeva in dote e il fiuto dello stratega di mercato dei nerazzurri. Juventus e Atalanta avevano ragionato sulla possibilità di varare un’operazione in tandem: i…

TORINO – Anche il dg dei bergamaschi, Marino , seguiva da tempo il ragazzo: niente di cui stupirsi, viste le qualità superiori che Pogba già esponeva in dote e il fiuto dello stratega di mercato dei nerazzurri. Juventus e Atalanta avevano ragionato sulla possibilità di varare un’operazione in tandem: i bianconeri avrebbero rapito Pogba, quindi si sarebbe potuta aprire una comproprietà con l’Atalanta, per svezzare il ragazzo gradualmente in A. Con la Juventus che avrebbe comunque mantenuto la gestione primaria del cartellino. Ma Pogba, dal suo punto di vista, non poteva non dir di no. Se lascio una squadra come lo United, posso solo prendere in considerazione un altro grande club: so di valere, voglio giocarmela subito con i migliori anche in Italia : grossomodo erano questi i ragionamenti che Pogba faceva, al tempo.

E la Juve, che già aveva la consapevolezza di mettere le mani su un campione del domani, si ritrovò un asso dell’oggi.

(fonte tuttojuve.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy