CONTE: ‘ Il pubblico ci aiuterà ‘

CONTE: ‘ Il pubblico ci aiuterà ‘

TORINO – Antonio Conte e Giorgio Chiellini si sono presentati i ncconferenza stampa nel classico incontro con i cronisti, alal vigilia delal sfida contro il Bayern Monaco. Ecco quanto evidenziato da juvenews.eu. // // “Abbiamo vinto in campionato abbiamo ripreso la testa della classifica contro una squadra che comunque è…

TORINO – Antonio Conte e Giorgio Chiellini si sono presentati i ncconferenza stampa nel classico incontro con i cronisti, alal vigilia delal sfida contro il Bayern Monaco. Ecco quanto evidenziato da juvenews.eu.

 

Abbiamo vinto in campionato abbiamo ripreso la testa della classifica contro una squadra che comunque è molto forte. Da parte nostra c’è voglia c’è serenità ma c’è anche la volontà e la consapevolezza di voler giocare una partita diversa da quella dell’ andata.”

La partita di andata ti ha detto delel cose su di voi e il BAyern che non sapevi? C’è una differenza id budget oppur la Juve non ha giocato all’ altezza delle sue possibilità?

La partita d’andata ha confermato quell oche sapevamo e avevamo visto, una squadfra molto forte e con grandi qualità tecniche e che gioca u ncalcio alleitco molto importante. Abbiamo avuto riscontro che il Bayern è tra le favorite della vittoria della Champions Lçeague. Il Bayern ha vlavorato per essere dove è adesso. Negli ultimi tre anni è arrivata due volte i nfinale di Champions. E’ arrivata a livelli molto alti sia sul campo che a livello soiiearaio. Ribadcisco i lconcetto che abbiam oiniziato un percorso, questo è il secondo anno, è il primo anno dove stiam opartecipando alla Chmapions,abbiamo ricostruito quell oche abbiamo distrutto. Noi abbiamo iniziato in nostro percorso, il grattacielo non è ancora costruito. Siamo ad un terzo dell’ opera questo è il gap che c’è. Siamo sereni, è qualcosa di normale. Sono convinto che la distanza tra noi e il Bayern non è quella che si è vista all’ andata.

Ti aspetti una reazione dai giocatori più esperti come Pirlo e Buffon?

Sappiamo di aver fatto una partita sottotono c’è grande volontà di fare un altro tipo di partita. Sappiamo cacnhe che possiamo fare molto meglio di quello che possiamo fare in Germania. Nei miei calciatori c’è voglia di dimostrare quello che non ci è riuscito, vediamo domani quello che accade.

Un allenatore deve lavorare per allentare la tensione?

Ci deve essere grandissima gioia in noi e nell tifoso juventino. Domani sarà una grandissima parttita, non dobbiamo dimenticarcelo ne noi ne i tifosi, sarà molto bello affrontare un ritorno dei quarti conrtro una grandissima squadra questo deve esaltarci. Sospinti dal nostro pubblico e i tifosi, che otrnano a respirare u naria che da tanti anni ono respitravamo. Se quyalcuno lo scorderà non ci saranno le giuste premesse.

Trasformare possibile in impossibile è una espressione di paura da parte dei tedeschi?

Sicurmante ringraziamo Heynches per le belle parole. Mi auguro che domani Heynches, nella conferenza post partita possa dire:’ Ve lo avevo detto’

Le viene in mente una partita simile a quella di domani nella sua carriera?

Sinceramente non mi vengono in mente altre partite. La partita dell’ andata abbia rappresentato per loro grandissima intensità e reattività. Ci auguriamo di essere più fortuniati negli episodi nella mancata esplusione di Ribery e nel secondo gol in fuorigioco.”

Il fatto che tu insista molto sul ricordo di dove era la Juve. Quello che siete riusciti a fare in campionato abbiano stravolto questa idea. Tutti da voi si aspettano la grande prestazione. Ci potrebbe essere delusione per una uscita? A Vucinic chiederai qualcosa in più?

 

Tendo a sottolineare il nostro percosros che spesso e volentieri si parla di tanti anni, è da tanti anni che non vedevamo una Juventus così brutta. Ma da quanti anni? Questo è il nostro secondo anno. Sono solo 18 mesi che stiamo lavorando, questo fa capire come difficilmente ci si dimentica, spesso e volentieri ci si dimentica che tutto sia facile. Chi parla di facilità di vincere è perchè nella vita non ha mai vinto nulla. Abbiamo bruciato le tappe e ci ritroviamo a giocare i quarti di finale di CHampoions League, dove due anni fa non si giocava neanche l’ Europa League. Spesso si fa  posta a diemnticarlo. Per Vucinic deve credere i nse stesso e che è un attaccante che può arrivare a 20 goal ha grandi mezzi ci deve credere e può arrivarci.

Qual’è la strategia per rimontare due goal al Bayern? Ci vuole qualcosa di folle per vincere questa partita?

Cercheremo di fare una partita di fare una partita completamente diversa da quella dell’ andata. Abbiamo avuto modo di avere uan partita di confronto che abbiam ostudiato i nmaniera dettagliata. Conoscer l’ avversario ci permette di affrontrare l’ avversario i nmaniera diversa. All’ andata l’ ambiente ci  ha fatto venire il braccino. Cercheremo di fare la partita con la Juventus che gioca da 18 mesi a questa parte. Questo non ci spaventam,, qeusto ci da più stimoli ed un ulteriore carica per fare l’ impresa.

Può essere la serata di Quagliarella?

Sarà la serata di tutti i giocatori della Juventus. Abbiamo bisogno di tutti non abbiamo bisogno del singolo. Il singolo difficilmente può far vincere la squadra. Mi aguro che tutti i giocatori della Juventus possano esaltarsi domani sera. No, assolutamente ha avuto questo problerma al polpaccio è alla vigilia del Pescara che non si allena, ha avuto un problema familiare. Non mi ha dato questa impressione, spero non me la dia nessun altro giocatore.

Avete avuto molte difficoltà all’ andata non conoscendo l’ avversario?

” Sono stati bravi a darci aggressività sulle linee di passaggio. La differenza era l’ intensità chje hanno messo in campo ed i lritmo che hanno imposto alla gara. Abbiamo rivisto la paritta insieme, ognuno di noi ha avuto modo di rivederla da solo. Abbiamo preparato bene situazioni per affrontare il loro pressing.”

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy