CASSANO: ” Ho rifiutato la Juventus quattro volte tra cui l’ultima a gennaio”

CASSANO: ” Ho rifiutato la Juventus quattro volte tra cui l’ultima a gennaio”

Antonio Cassano è in attesa di trovare una nuova sistemazione dopo l’esperienza al Parma conclusasi lo scorso gennaio a causa di seri problemi con la società ducale che, come risaputo, non pagava gli stipendi ad i suoi giocatori prima di essere dichiarata fallita dal Tribunale di riferimento. E’ un ‘Fantantonio’…

Antonio Cassano è in attesa di trovare una nuova sistemazione dopo l’esperienza al Parma conclusasi lo scorso gennaio a causa di seri problemi con la società ducale che, come risaputo, non pagava gli stipendi ad i suoi giocatori prima di essere dichiarata fallita dal Tribunale di riferimento.

E’ un ‘Fantantonio’ scatenato quello di ieri sera negli studi di ‘Tiki Taka’, dove ha parlato anche del suo controverso rapporto con Mazzarri: “Quando è arrivato all’Inter mi promise che avrei giocato assieme a Milito ad inizio stagione, poi però non ha mantenuto le promesse e sono stato costretto ad andare via. I nerazzurri sono il miglior club in Italia per un giocatore, ringrazio gente come Moratti, Ausilio e Branca che mi hanno sempre sostenuto, al contrario invece di come è accaduto in antre società”.

 

 

Retroscena di mercato per quanto riguarda la Juventus: “Mi hanno cercato quattro volte, ed io puntulmente li ho rifiutati: prima di andare alla Roma Moggi mi voleva, mi sta ancora aspettando… l’ultimo contatto c’è stato a gennaio e stavolta forse sarei anche andato perchè c’era Allegri, Paratici ha parlato con il mio agente ma non se n’è fatto nulla. Il mister è uno bravo, sa gestire al meglio la sua squadra.

 

La Juve è come una bella f*** che però non mi attizza. Champions? Il Barcellona è favorito, ma se i bianconeri segnano subito e si arroccano in difesa possono farcela. Occhio a Messi, il migliore di tutti i tempi”.

Nessuna speranza per un ritorno alla Sampdoria: “Mi hanno fatto capire in tutti i modi che non mi vogliono, me ne sono fatto una ragione. Durante i primi mesi dalla rescissione del contrato col Parma stavo bene, ora devo ammettere che giocare mi manca molto. In Brasile abbiamo fallito perchè abbiamo corso come matti a Coverciano ed a Rio eravamo già cotti…”. goal.com

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy