Caso Pogba, Raiola sbotta: “Basta ca***te, stava ballando con Griezmann”

Caso Pogba, Raiola sbotta: “Basta ca***te, stava ballando con Griezmann”

Il procuratore del centrocampista francese spegne sul nascere le polemiche per un presunto gestaccio del numero 10 bianconero al termine di Francia-Albania

TORINO – Un presunto gesto dell’ombrello e via con le polemiche: Paul Pogba è al centro dell’opinione pubblica in Francia e qualsiasi cosa fa viene evidenziata. Quest’oggi è uscita un’immagine che fa vedere questo gesto del francese, a quanto pare indirizzato ai giornalisti, ma che in realtà non era altro che un semplice balletto che Pogba aveva concordato con alcuni suoi amici. A tal proposito ha parlato ai microfoni di RMC Sport Mino Raiola: “No, Paul non ha fatto nessun gesto dell’ombrello nel post partita. Non l’ha fatto e bisogna smettere con queste cazzate perchè ora sono sotto controllo, ma questo non va comunque bene. Nel mondo, come dicono gli inglesi, ci sono gli “haters”, persone che detestano tutti. Ma ci dobbiamo concentrare su altre cose, sul match che ha giocato, sulle cose positive, non su cazzate che non ha fatto. E’ un balletto che ha fatto con i suoi fratelli e i suoi amici, non bisogna utilizzare Paul per farsi della pubblicità. Le persone che hanno pubblicato queste immagini non sono molto serie, hanno preso immagini non nitide, in quel contesto c’erano una serie di movimenti di una danza che comprendevano anche Griezmann: ma qualcuno voleva fare uno scandalo, destabilizzando Paul. E non ci riuscirà, perchè lui è più forte di tutto questo. Sa che fa parte della sua vita, che il 50% della gente lo ama ed il 50% è gelosa di lui e del suo talento: dovrebbero essere orgogliosi di avere un giocatore di quelle qualità, che tutti vogliono. Ho provato la stessa cosa con Ibra all’inizio della sua carriera con la stampa svedese, ed ora Zlatan è diventato la persona che tutti apprezzano: possibile che accada anche a Paul. E’ difficile essere Re nel proprio paese, anche Pogba avrà le stesse difficoltà: e se fossi in lui, farei sì un gesto dell’ombrello alle persone che hanno tirato fuori questa storia. Con piacere”. Intanto Pereyra saluta la Juve: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy