Cambia il regolamento: arriva lo spray

Cambia il regolamento: arriva lo spray

Il presidente della Fifa Joseph Blatter ha annunciato ieri che l’esperimento dello spray per fissare la distanza della barriera — iniziato al Mondiale Under 20 e prose­guito in questo Mondiale per club — può dirsi riuscito, il che significa che verrà adot­tato al Mondiale brasiliano. L’International Board aveva già dato…

Il presidente della Fifa Joseph Blatter ha annunciato ieri che l’esperimento dello spray per fissare la distanza della barriera — iniziato al Mondiale Under 20 e prose­guito in questo Mondiale per club — può dirsi riuscito, il che significa che verrà adot­tato al Mondiale brasiliano. L’International Board aveva già dato il suo okay nella riu­nione numero 126, restava da convin­cere Blatter.

“A lungo ho pen­sato che quest’idea dello spray comportasse qualche perdita di tempo, ma mi sono ricredu­to. Gli arbitri ne parlano in maniera addirittura entusia­stica (la percentuale di chi ne caldeggia l’introduzione è del 94%, ndr), e i dirigenti del Bayern l’altra sera mi han­no detto che da tempo non battevano una punizione con la barriera alla distanza rego­lamentare. In patria sono abi­tuati a vederla a cinque me­tri”.

Adottato già da qualche anno nelle competi­zioni del Sudamerica, lo spray biodegradabile che indica ai difensori la distanza dei 9.15 — per poi sparire in un paio di minuti — nasce da un’idea di Pablo Cesar Silva, un appas­sionato di calcio argentino amico di Grondona, presiden­te della federcalcio di Buenos Aires e vice della Fifa (e qui si capisce chi abbia spinto con Blatter). Ha spiegato Silva che l’intuizione gli venne al culmi­ne di una lite sul tema nel cor­so della solita partitella fra amici.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy