Juve, Buffon: “Non dissipiamo il patrimonio che lascia Conte”

Juve, Buffon: “Non dissipiamo il patrimonio che lascia Conte”

Ecco il commento di Gianluigi Buffon, capitano della Juventus, alla notizia delle dimissioni di Antonio Conte. Il portiere bianconero, in vacanza a Carrara, richiama tutti a un grande senso di responsabilità. “E’ un gesto Inaspettato – afferma il portierone juventino – è un fulmine a ciel sereno. Vedendo le parole…

Ecco il commento di Gianluigi Buffon, capitano della Juventus, alla notizia delle dimissioni di Antonio Conte. Il portiere bianconero, in vacanza a Carrara, richiama tutti a un grande senso di responsabilità.

 

“E’ un gesto Inaspettato – afferma il portierone juventino – è un fulmine a ciel sereno. Vedendo le parole e i toni che sono stati adoperati, sia da parte del mister che da parte della società, si capisce che si è arrivati a questa decisione in maniera congiunta. E’ qualcosa che è maturato, che covava da qualche tempo a questa parte, e che è sfociata oggi. Ancora non ho sentito il mister, lo farò il prima possibile. Quando si arriva a questo tipo di decisione, è il fatto che non sente più la volontà di continuare a fare questo tipo di lavoro. Quali siano le reali motivazioni, non posso saperlo. Si vede che in alcune situazioni come quella odierna, c’è bisogno di una presa di coscienza e una percezione reale di una situazione che – in certi momenti – prima di una sosta di un mese e mezzo, sembra difficile. Dopo le vacanze hai la speranza di arrivare con più serenità, più tranquillità e più energie per ottemperare ai tuoi doveri. La Juventus perde tanto perché è inutile negare il valore reale del nostro allenatore, quali siano stati i meriti in questi tre anni. In questi tre anni siamo maturati tutti anche grazie a lui, abbiamo una società solida, dei dirigenti solidi che sapranno ovviare a questa perdita grave. Noi giocatori dovremo trovare in tutti i modi quel senso di responsabilità e tirar fuori quel senso di rispetto verso il club, verso la società e verso i tifosi per dimostrare che anche noi valiamo molto. E’ questo il segnale che dobbiamo mandare. Non siamo all’anno zero, in questi tre anni, proprio grazie a Conte e alla società, siamo maturati, siamo migliorati tutti quanti insieme. Il patrimonio che c’ha lasciato il mister non si può depauperare nel giro di un paio di mesi, ma ora aumentano le responsabilità. E questo è anche stimolante. Preoccupato? Non sappiamo neppure chi arriverà. Guardo il presente, abbiamo perso un grandissimo allenatore, un valore aggiunto, ma rimangono dei giocatori formidabili, una società lungimirante, competente e solida. E una proprietà di primo livello che ha sempre operato in funzione di una grande Juve. E queste certezze devono tranquillizzare il popolo juventino. Spaccatura? Il tifoso della Juve tifa, gode e si dispera solo per la Juve e per le sue fortune. Questo tipo di paura non l’abbiamo. Anzi, credo che proprio in questi momenti bisogna dimostrare maggior compattezza, e trovare comunione d’intenti. E’ in questi momenti che si dimostra di essere un tifoso doc. il mercato? Non è finita, non penso che le motivazioni possano dipendere da questo. Conte in nazionale? Avendo visto il video del mister, non penso che in questo momento stia pensando al proprio futuro. Ripensamenti? Lo escludo”.  

(Fonte Sky Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy