Buffon e Ilaria D’Amico: “Chiediamo rispetto per la nostra privacy!”

Buffon e Ilaria D’Amico: “Chiediamo rispetto per la nostra privacy!”

Gianluigi Buffon e Ilaria D’Amico dicono basta alle notizie, vere o false, sulla loro vita privata. La coppia più paparazzata e discussa del calcio italiano comincia a dare segni di cedimento e a non reggere più la pressione dei giornalisti. Fino a qualche settimana fa Buffon e Ilaria D’Amico dimostravano…

Gianluigi Buffon e Ilaria D’Amico dicono basta alle notizie, vere o false, sulla loro vita privata. La coppia più paparazzata e discussa del calcio italiano comincia a dare segni di cedimento e a non reggere più la pressione dei giornalisti. Fino a qualche settimana fa Buffon e Ilaria D’Amico dimostravano di possedere un certo self control di fronte alle voci della cronaca rosa e mostravano una malcelata indifferenza verso tutte le notizie di gossip. La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso ha preso forma con un articolo di Novella 2000 intitolato “D’Amico sfinita, Buffon insaziabile. E i vicini si lamentano”.

 

 

Il settimanale scandalistico raccontava con la consueta disinvoltura le prestazioni di Gianluigi Buffon, che oltre ad essere ancora molto reattivo tra i pali nonostante i 37 anni suonati, sarebbe anche un “insaziabile amante”. Le prestazioni sessuali sarebbero molto frequenti e rumorose, a tal punto da “disturbare” anche i vicini di casa della coppia. Il racconto dettagliato e pregno di particolari morbosi ha fatto andare su tutte le furie la coppia che si è rivolta al proprio avvocato per lanciare un primo avvertimento ai media.

I due chiedono rispetto per la loro “vita privata, duramente messa alla prova dall’insistente attenzione della stampa da circa un anno a questa parte“. Mauro Paladini, il legale di Buffon e Ilaria D’Amico, invita a non violare “l’intangibile intimità familiare“. La coppia prova così a mettere fine alla pubblicazione di “fantasiosi dettagli” relativi alla loro unione. La volontà pricinpale è di tutelare i rispettivi figli, tutti ancora minorenni. “La speranza che il tempo potesse far calare la curiosità dei media viene ancora una volta frustrata da quanto pubblicato“, scrivono attraverso i loro legali il portiere della Juventus e la conduttrice televisiva. Che si vedono quindi costretti, si legge ancora nella lettera dell’avvocato, a rivolgere una “formale diffida dal reiterare in qualsiasi forma” certi “contenuti diffamatori“. (Calcioblog.it)

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy