JUVE – Bonucci: “I nostri primi rivali siamo noi stessi. Il ricordo più bello? Il gol contro la Roma”

JUVE – Bonucci: “I nostri primi rivali siamo noi stessi. Il ricordo più bello? Il gol contro la Roma”

TORINO – La conferenza stampa di Bonucci è iniziata con dei ringraziamenti speciali per il presidente Agnelli e per tutto l’ambiente juve per questo rinnovo di contratto. Ecco le parole di Bonucci in conferenza: Quali cambiamenti ci sono stati in questi anni, partendo da Delneri fino alla finale di Champions?…

TORINO – La conferenza stampa di Bonucci è iniziata con dei ringraziamenti speciali per il presidente Agnelli e per tutto l’ambiente juve per questo rinnovo di contratto. Ecco le parole di Bonucci in conferenza:

Quali cambiamenti ci sono stati in questi anni, partendo da Delneri fino alla finale di Champions?

“Credo sia stao un percorso parallelo. Io ero molto giovane quando sono arrivato in questa squadra ed iniziavo il mio percorso con una nuova dirigenza: io ed il presidente siamo arrivati nello stesso anno. La Juventus è un mondo particolare, difficile da imitare. Tutti abbiamo capito subito cosa significasse arrivare in un club come questo. La svola, probabilmente, c’è stata con il primo scudetto: in noi è nata la voglia di continuare a vincere perche questo è nel dna della Juventus”

 

Quali sono le tue sensazioni su Rugani e come si sta ambientando nel mondo Juve?

“Come detto già dal presidente, la Juventus punta al suo futuro e come Bonucci arrivò nel 2010, ora spetta ai Zaza e Rugani. Sicuramente tutti saranno in grado di sfruttare le loro chance per provare a prendersi un posto da titolare. Daniele è sicuramente il difensore del futuro sia per la Juventus che per la nazionale italiana”

Qual è il tuo ricordo più brutto e quello più bello del primo anno alla Juventus?

“Sicuramente il più brutto sono i fischi dello Stadio Olimpico di Torino dopo il 2-2 contro il Catania. Di belli, invece, ce ne sono tantissimi ma se devo dirne uno, penso al gol contro la Roma, per quello che ha significato e credo sia stato importantissimo per la stagione”

Quali sono le tue impressioni per il campionato di questa stagione?

“Sicuramente si sono rinforzate tutte le nostre avversarie ma credo che saremo noi stessi i nostri primi avversari”.

Leo, Nainggolan ha già iniziato a mandare delle frecciatine: “Meglio uno Scudetto a Roma, che 10 alla Juventus”. Cosa pensi di questo?

“A Nainggolan dico solo che noi siamo stati abituati a parlare con il campo però porto il massimo rispetto per quello che ha detto. Comunque nei nostri 4 festeggiamenti io ho goduto veramente tanto”

Lo ricordi il giorno nel quale firmasti l’altro contratto? Ti aspettavi, dopo 5 anni, di rinnovare e di vincere questi titoli?

“Il ricordo di quel giorno mi fa ancora sorridere. Eravamo appena usciti dal Mondiale del 2010 e mi arrivò la chiamata dell’accordo raggiunto. Ebbi un contrasto di emozioni: incavolato per il Mondiale ma felicissimo per la chiamata della Juventus”

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy