Bologna vs juve – Parola a Mazzone

Bologna vs juve – Parola a Mazzone

Carlo Mazzone, autentica leggenda vivente del Calcio Italiano, ai microfoni di Tuttojuve.com analizza alcuni aspetti della gara di venerdì tra Bologna e Juventus.Mister Mazzone che partita dobbiamo aspettarci?Sarà una partita difficile per entrambe. Il Bologna forse ha molto da perdere perché naviga nelle zone basse della classifica, allo stesso modo…

Carlo Mazzone, autentica leggenda vivente del Calcio Italiano, ai microfoni di Tuttojuve.com analizza alcuni aspetti della gara di venerdì tra Bologna e Juventus.

Mister Mazzone che partita dobbiamo aspettarci?
Sarà una partita difficile per entrambe. Il Bologna forse ha molto da perdere perché naviga nelle zone basse della classifica, allo stesso modo però la Juve non può permettersi di frenare la sua corsa ed essere raggiunta dalla Roma. I padroni di casa affrontano un avversario fortissimo, ben strutturato, ma il Calcio insegna che non sempre vince il migliore. A Bologna ho dei bellissimi ricordi affettuosi e la ricordo sempre con piacere, quindi spero in una bella partita.

Pirlo starà fuori 40 giorni. Fu lei a Brescia a reinventarlo playmaker davanti alla difesa, cosa perderà la Juventus adesso?
E’ una perdita non da poco, stiamo parlando di uno dei giocatori migliori del mondo. Sicuramente la squadra perde molto a livello organizzativo e tattico. Conte dovrà cambiare non un solo uomo ma l’intera sfumatura tattica, non essendoci altri giocatori come Pirlo.

Da allenatore come giudica il lavoro di Conte e Pioli?
Io non posso dare giudizi sul modo di lavorare, perché ognuno ha il suo e va rispettato. Conte è stato mio giocatore e con lui ho ancora un rapporto eccezionale, è un vincente ed è un piacere rivedere i propri ex giocatori diventare bravi mister, è come a scuola quando i professori in pensione vedono gli ex allievi che hanno fatto strada diventano avvocati, medici, ecc.
L’allenatore italiano per me è il migliore in Europa, perché la nostra Scuola insegna, oltre alla tecnica, la tattica, e questa, permettetemi, gli altri ce la copiano. Quando non si hanno qualità come fisicità e tecnica, la tattica può compensare capacità insufficienti, poi ripeto non sempre vince il migliore. Il Calcio è interessante per questi motivi. La prima cosa da valutare e da sviluppare per un allenatore è la tecnica. Se si hanno giocatori dotati di grande tecnica questa viene usata per compensare la mancanza di fisicità, allo stesso modo se si ha la fisicità questa viene sfruttata al massimo per compensare la mancanza di tecnica. Faccio un esempio: Messi non ha un gran fisico, ma con la tecnica riesce a saltare tre difensori grossi il doppio con una facilità imbarazzante. Un centravanti alto e forte non ha magari buonissimi piedi ma con il fisico riesce a vincere i contrasti ed entrare in area.

Come vede la Juventus in Champions League?
Onestamente faccio sempre il tifo per le squadre italiane, in Champions tifo Juventus, sono sicuro che farà bene.

Mister Mazzone frequenta ancora lo stadio?
Ho deciso di non andarci più ma solo per non creare situazioni particolari, so che attirerei l’attenzione e non sarebbe giusto per i giocatori. Io comunque faccio il tifo per tutte le squadre che ho allenato e per i loro tifosi che ovunque abbia lavorato mi hanno sempre trattato bene. Non li seguo fisicamente, ma il mio cuore e i miei pensieri sono sempre per loro.

fonte: tuttojuve.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy