La settima meraviglia!

La settima meraviglia!

TORINO – Settima vittoria consecutiva in campionato per la Juventus, ancora una volta senza subire reti, e i Campioni d’Italia volano momentaneamente a +6 sulla Roma, in attesa della sfida di domenica tra i giallorossi e la Fiorentina. Una Signora attenta in difesa e un po’ sprecona in attacco, quella…

TORINO – Settima vittoria consecutiva in campionato per la Juventus, ancora una volta senza subire reti, e i Campioni d’Italia volano momentaneamente a +6 sulla Roma, in attesa della sfida di domenica tra i giallorossi e la Fiorentina. Una Signora attenta in difesa e un po’ sprecona in attacco, quella vista contro il Bologna, che sblocca la gara poco dopo il 10′ e la chiude, forse con colpevole ritardo al 90′. Non c’è trippa per gatti, dunque: i padroni di casa ci mettono impegno e generosità, ma il diverso tasso tecnico e la roboante grinta dei ragazzi di Conte, alla fine, fa la differenza.

La Juventus parte forte e, dopo una buona occasione capitata sui piedi di Marchisio, è Vidal ad inserirsi e a ricevere palla nel cuore dell’area felsinea: controllo e esterno destro che non lascia scampo a Curci in uscita. Bianconeri in vantaggio dopo appena 12 minuti nel corso del primo tempo e partita che si prospetta in discesa. I padroni di casa tentano una reazione, ma la squadra di Conte ringhia su ogni pallone, la difesa è attenta e in avanti Vucinic, Quagliarella e gli inserimenti dei centrocampisti fanno venire il mal di testa alla retroguardia di Pioli. Nel finale di tempo i tentativi dei rossoblù si fanno più insistenti: Diamanti dalla distanza chiama alla respinta Buffon. A 10′ dalla fine del primo tempo Conte è  costretto a sostituire Mirko Vucinic, infortunatosi per un brutto fallo: al suo posto entra in campo Llorente. Prima dell’intervallo ci provano sia Garics che Isla, ma le loro conclusioni di controbalzo non inquadrano lo specchio della porta.

Nella ripresa il Bologna, alla ricerca del pari, lascia spazi ampi nella sua metà campo, ma la Juve non ne approfitta, almeno nei primi minuti. Al quarto d’ora è Llorente ad impegnare Curci con un diagonale mancino a mezza altezza. Dopo un solo minuto si ripete il duello e ancora una volta l’estremo difensore bolognese è bravo a respingere la conclusione da distanza ravvicinata dello spagnolo. A metà del secondo tempo inizia la girandola di cambi: nelle fila dei bianconeri entrano Asamoah e Tevez al posto di Peluso e Quagliarella, mentre Pioli manda in campo Cristaldo per cercare di dare megior peso al reparto offensivo. Proprio l’argentino poco prima della mezzora va vicinissimo al pari con un fendente rasoterra che esce di poco; il tutto su una veloce ripartenza dopo che Curci in uscita aveva impedito la rete a Tevez lanciato a rete e dimenticato dalla difesa felsinea. Il portiere del Bologna si ripete poco dopo su Marchisio, alzando sopra la traversa la violenta conclusione del numero 8. Si rinnova a 5′ dal termine la sfida tra Llorente ed il portiere ex-Roma, che compie l’ennesimo miracolo rimanendo in piedi fino alla fine e deviando con grandi riflessi il tiro del numero 14. Ci pensa Chiellini, ad un minuto dal 90′, a chiudere i giochi: corner di Tevez e anticipo del difensore toscano che di testa insacca sul primo palo portando sul 2-0 i bianconeri.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy