Baldissoni a muso duro: “Sospetti? Non so che cultura abbia Conte… “

Baldissoni a muso duro: “Sospetti? Non so che cultura abbia Conte… “

Gufi, nervosismo, cultura. Nonostante il discorso Scudetto sia praticamente chiuso da settimane, le scintille sull’asse Roma-Torino non mancano di certo. A infiammare il clima sono state soprattutto le dichiarazioni di Garcia che ha richiamato le piccole al massimo impegno contro la Juventus. Frasi, queste, non troppo piaciute al collega bianconero …

Gufi, nervosismo, cultura. Nonostante il discorso Scudetto sia praticamente chiuso da settimane, le scintille sull’asse Roma-Torino non mancano di certo. A infiammare il clima sono state soprattutto le dichiarazioni di Garcia che ha richiamato le piccole al massimo impegno contro la Juventus. Frasi, queste, non troppo piaciute al collega bianconero Antonio Conte, che ha risposto da par suo: “Con otto punti in più a tre giornate dal termine del campionato, con una semifinale di Europa League da giocare, con due supercoppe e due scudetti già vinti, io sono molto sereno. Penso che sia più nervoso chi insegue, vedendo che chi sta avanti non molla una virgola” .

 

 

 

Il tecnico salentino, nel post-partita di Reggio Emilia, ha quindi rincarato la dose: “A Roma devono stare attenti a quello che dicono, parlando di aiutini, di squadre che non si impegnano contro la Juventus, alimentano la cultura del sospetto. E’ un passo indietro di cui il calcio italiano non ha bisogno. Dispiace sentire certe cose, se vogliamo fare un salto di qualità verso l’Europa, certi sospetti non dovrebbero più esserci. Ho sentito parlare di nuova cultura e invece dico che non lo è”.

Nella serata di martedì, dopo ore di riflessione, è però arrivata la secca replica della Roma per bocca del direttore generale Mauro Baldissoni: “Conte ha detto di non aver visto cultura sportiva? Forse non l’ha vista o forse non l’ha saputa riconoscere perché magari abituato ad altri principi di cultura nella sua carriera. Noi siamo fieri della cultura sportiva che cerchiamo di mettere in campo ogni giorno e di quella che Rudi dichiara e cerca di insegnare” .

Poi Baldissoni spiega: “Garcia aveva fatto un richiamo alla competitività sportiva in generale, messa in discussione non certo dal nostro tecnico, ma da alcuni presidenti con le loro dichiarazioni. Siamo rimasti stupiti che la Juventus e il suo allenatore si siano sentiti di dover rispondere” . La rivalità tra le due squadre, nonostante l’ampio distacco in classifica, non accenna insomma a scemare.

Anzi, in vista dello scontro diretto in programma il prossimo 9 maggio all’Olimpico, l’atmosfera rimane incandescente. I giallorossi, dal canto loro, faranno sicuramente di tutto per battere la Juventus, negando a Conte la possibilità di sfondare (per la prima volta nella storia della Serie A), quota cento punti. Una vittoria bianconera, d’altra parte, spegnerebbe definitivamente gli ardori giallorossi, sancendo definitivamente la manifesta superiorità della squadra tri-campione d’Italia.

Goal.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy