Ausilio: “Mai più scambi con la Juventus”

Ausilio: “Mai più scambi con la Juventus”

TORINO – Ausilio, lo scambio Guarin-Vucinic è ormai in archivio. Prima o poi tornerà a fare affari con la Juventus? «Voglio sottolineare che il rapporto con i dirigenti bianconeri, Marotta e Paratici, è di stima e rispetto. Detto questo, se posso vendere o acquistare un giocatore da un’altra squadra, preferisco.…

TORINO – Ausilio, lo scambio Guarin-Vucinic è ormai in archivio. Prima o poi tornerà a fare affari con la Juventus? «Voglio sottolineare che il rapporto con i dirigenti bianconeri, Marotta e Paratici, è di stima e rispetto. Detto questo, se posso vendere o acquistare un giocatore da un’altra squadra, preferisco. Di sicuro, oggi uno scambio con la Juve non lo faccio».

Vabbé, neanche se le offrissero Vidal per 5 milioni?
«Alt: i giocatori bravi della Juventus li conosco bene, se si creassero delle buone condizioni ci penserei. Il mio discorso è legato principalmente agli scambi: in fondo ci sono tanti club in Europa e posso trovare altri referenti…».

E se la Juventus le facesse una proposta di lavoro?
«Sono all’Inter da quasi 20 anni (li festeggerà nel 2017, ndr), ho iniziato da segretario del settore giovanile e sognavo di fare il direttore sportivo. Faccio davvero fatica a vedermi in un altro club italiano. Quindi direi “No, grazie”. Mai dire mai, certo, ma visto che ho 42 anni e non potrò restare a vita nell’Inter, una volta terminata la mia avventura in nerazzurro mi piacerebbe, anche per la famiglia, provare un’esperienza all’estero».

Cosa segna il barometro per i rinnovi di Kovacic e Icardi?
«Sono rimasto d’accordo con i rispettivi agenti che prossimamente ne parleremo, ma oggi non ho una data fissata. Mi sembra giusto che Icardi, legato a noi fino al 2018, adegui il suo contratto visto che è ancora quello che aveva alla Sampdoria: oggi è titolare, gli va riconosciuto quello che si è meritato sul campo. La stessa cosa vale per Mateo».

È vero che Wanda Nara ha cambiato in meglio la vita di Icardi?
«Io non la conosco, però posso raccontare qual è lo stile di vita di Mauro da quando sta con lei. Icardi non è attratto dalla movida, torna a casa e sta con i tre figli di lei. Si sono sposati, avranno una bambina fra pochi mesi: credo che Wanda abbia dato equilibrio e serenità a Mauro. Professionalmente non posso appuntargli nulla, anzi: Icardi ha fatto tesoro della pubalgia di cui ha sofferto un anno fa e da luglio svolge un lavoro personalizzato aggiuntivo con un preparatore arrivando un’ora prima del previsto al campo».

Icardi e Kovacic possono essere i nuovi leader dell’Inter?
«Un giovane, per età ed esperienza, non può essere leader fatto e finito. Non esiste. Noi abbiamo individuato alcuni giocatori su cui costruire questo tipo di percorso. Magari fra 3-4 anni parleremo in termini diversi dei giovani a cui aggiungo Juan Jesus. Intanto abbiamo scelto di assegnare la fascia a Ranocchia: per motivi comportamentali ed etici la meritava, in più è italiano e non guasta. Andrea si è sentito responsabilizzato, ha saputo fare gruppo, organizzando cene e incontri con i compagni». (tuttosport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy