CONFERENZA ALLEGRI: “Unico obiettivo, passare il turno”

CONFERENZA ALLEGRI: “Unico obiettivo, passare il turno”

Occhi puntati in casa Juventus da oggi sulla sfida di Champions con l’Atletico di domani sera. Si comincia con la conferenza stampa da Vinovo di Claudio Marchisio e mister Allegri. Il primo a parlare è come sempre il numero 8 bianconero. “Al di là di prepararci da ieri, conosciamo già…

Occhi puntati in casa Juventus da oggi sulla sfida di Champions con l’Atletico di domani sera. Si comincia con la conferenza stampa da Vinovo di Claudio Marchisio e mister Allegri. Il primo a parlare è come sempre il numero 8 bianconero. “Al di là di prepararci da ieri, conosciamo già l’Atletico sono molto bravi sulle palle inattive. In Champions su 5 partite ne ha vinte 4, hanno solo subito ad Atene dei gol, sarà difficile domani al di là della classifica che hanno nel girone”.

Come ti poni? Rischiare o no? “Dobbiamo andare in campo per vincere, come sempre. Non sarà facile perché col 2-0 possiamo passare, ma dobbiamo vedere come andrà la partita. Rispetto all’anno scorso è una partita diversa. Vogliamo passare ed entrare nelle grandi d’Europa. Avremo il nostro pubblico dalla nostra parte che scalderà ben l’ambiente”.

A cosa bisogna stare attenti. “Sono una squadra molto compatta e brava a difendersi, hanno giocatori che ti possono mettere in difficoltà. All’andata abbiamo dimostrato di poterci mettere al loro livello, sono in un ottimo momento. Gli mancano due giocatori importanti ma avranno chi può sostiutirli. A Madrid almeno il pareggio potevamo metterlo al sicuro, è stato un errore di tutta la squadra non di un sì golo”.

 

 

C’è qualcosa di diverso rispetto agli altri anni? “Due anni fa siamo usciti agli ottavi e l’anno scorso ci siamo giocati una finale di Europa League. Non pensiamo al passato ma solo alla gara di domani”.

Ore 12.10 – È il turno di Allegri adesso in conferenza stampa.

Cosa consiglierresti ad Allegri domani? “Llorente è un ottimo giocatore, Morata ha fatto un ottima gara in Grecia ma deve ancora crescere, ci sarà spazio per tutti e due”.

Se doveste scendere in Europa League? “Non penso neanche all’Europa League. Differenze con l’Atletico? Siamo due ottime squadre. Hanno vinto la Liga e perso una finale di Champions. La Juventus ha fatto grandi cose nel campionato italiano. Ora rientrare a giocare gli ottavi è importante”.

Pericoloso con una squadra come l’Atletico avere l’obbligo di vincere? “Abbiamo commesso un errore a Madrid e siamo stati puniti. I tifosi domani ci daranno una mano, ci daranno entusiasmo. Poi magari anche vincendo non arriveremo primi comunque. Ci giochiamo tutto tutti, domani è fondamentale arrivare agli ottavi. Verrà fuori una bella partita sicuramente. Noi dovremo cercare di vincere e loro di prendere il primo posto”.

Morata o Llorente? “Non ho ancora deciso. Uno dei due sicuramente giocherà”.

Il cambio a Firenze? “Claudio ha giocato quasi tutte le partite, a Firenze credo sia stata la prima fuori. Parlare di turn over non mi piace. Questa squadra ha una rosa importante che mi permette di cambiare in base ai momenti e alle partite. Fare tutta la stagione con gli stessi non è possibile. Le qualità dei miei ragazzi sono importanti e se li cambio la squadra non subisce nessun trauma”.

Il punto di Firenze conquistato come l’abbiamo conquistato è stato importante. Abbiamo sbagliato molto ma difeso molto bene. È stata la prima partota in cii

Simeone pallone d’oro allenatori. “Simeone sta facendo un grande lavoro. Vincere la Liga non è semplice contro i grandi colossi, arrivare in fondo alla Champions neanche. Lo merita lui, Ancelotti, l’allenatore della Nazioanle tedesca. Meritano tutti”.

Che cosa ti lascia tranquillo? “Ho una squadra forte in grado di giocare una gara del genere come abbiamo dimostrato. Abbiamo perso a Madrid (siamo stati polli) e ad atene in maniera immeritata. Saremo in casa domani e possiamo farcela”.

Cosa invidio all’Atletico? “Alleno la Juve non invidio niente a nessuno. Ho ottimi giocatori con grandi qualità. Non avrebbero vinto campionati e Supercoppa. Siamo due squadre di ottimo valore e abbiamo la possibilità adesso di fare una grande Champions”.

Primo grande obiettivo questo? “Per migliorare quello che ha fatto la Juve l’anno scorso sono gli ottavi. Tra 15 giorni ne abbiamo un altro. Il campionato si deciderà a fine maggio. Questo è il nostro primo grande obiettivo”

 

Tuttomercatoweb.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy