Allegri non stravolgerà le cose: si riparte dal 3-5-2

Allegri non stravolgerà le cose: si riparte dal 3-5-2

ROMA – Max Allegri ritrova tutti i mondiali. All’appello mancano solo i francesi Evra e Pogba che arriveranno dopo l’amichevole di domani a Cesena e partiranno con la squadra alla volta della trasferta in Asia: il nuovo tecnico li ha aspettati a uno a uno dando loro il benvenuto. Con…

ROMA – Max Allegri ritrova tutti i mondiali. All’appello mancano solo i francesi Evra e Pogba che arriveranno dopo l’amichevole di domani a Cesena e partiranno con la squadra alla volta della trasferta in Asia: il nuovo tecnico li ha aspettati a uno a uno dando loro il benvenuto. Con alcuni si è fermato un po’ per parlare di quello che ha in mente. Con Buffon, Chiellini, Pirlo. E ieri in allenamento lo ha fatto con tutti.

PRESENTAZIONE – Si è presentato in maniera soft definendosi antirivoluzionario. Ha spiegato ai giocatori che non intende stravolgere le loro certezze: quindi, liofilizzando il discorso, ha garantito che si partirà con il 3-5-2, il sistema che ha permesso ai bianconeri di conquistare tre scudetti consecutivi e che li fa, giustamente, sentire imbattibili. Proprio per questo motivo (in attesa che recuperi Barzagli) il tecnico ha chiesto un difensore sinistro che sappia stare nella difesa a tre. Quindi non si cambia. Allegri si è presentato in questo modo alla Juventus al (quasi) gran completo.

COL TEMPO – Questo, però, non significa che col tempo l’ex tencico milanista non porti delle sue idee all’interno del gruppo. Soprattutto in Europa dove, rispetto all’Italia, serve un atteggiamento più spregiudicato per contrastare e possibilmente battere i grandi squadroni. Piano piano, dunque, si sposeranno sistemi più offensivi. Come il 4-3-3 o il 4-3-2-1. Oppure l’utilizzo di un rifinitore dietro le punte. Di sicuro il toscano predilige presentarsi con una difesa a quattro.(tuttosport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy