Allegri: “A Genova gara difficile”

Allegri: “A Genova gara difficile”

L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri ha dichiarato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta sul campo del Genoa: “Affrontiamo una squadra in salute, che nelle ultime sette partite ha perso solo il derby con la Samp. Gasperini fa giocare bene le sue squadre con buoni movimenti offensivi, in casa sono…

L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri ha dichiarato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta sul campo del Genoa: “Affrontiamo una squadra in salute, che nelle ultime sette partite ha perso solo il derby con la Samp. Gasperini fa giocare bene le sue squadre con buoni movimenti offensivi, in casa sono molto più aggressivi e quindi sarà una gara difficile per noi. Inoltre mi preoccupano le cattive condizioni del terreno”. 

TEVEZ – “Finalmente è riuscito a tornare in nazionale, centrando un obbietto molto importante e sono molto contento per lui perché se lo merita e ci teneva. E’ un bravo ragazzo, generoso e un grande attaccante, domenica ha fatto una buona partita. Deciderò chi far giocare dopo l’allenamento di oggi, anche perchè gli altri attaccanti stanno tutti bene e ho abbondanza di scelta anche a centrocampo, un po’ meno in difesa”. 

 

POGBA – “La sua candidatura al Pallone d’Oro è un buon risultato per lui e per tutta la Juventus, che lo ha appena blindato con un nuovo contratto, segno di grande stima nei confronti di un giocatore che è stato portato a livelli di un top player. Adesso tocca a lui diventare uno tra i calciatori più forti al mondo”. 

INFORTUNATI – “Per quanto riguarda gli infortunati, tra i convocati rientrerà Marrone e speriamo di recuperare Caceres per l’Olympiacos in Champions League. Barzagli è ancora fuori, Pepe ha avuto un risentimento all’adduttore e tornerà in gruppo nel giro di due o tre giorni”. 

CONTE – “Lippi ha detto che la Juve di Conte giocava con più rabbia? Lippi ha detto anche un’altra cosa: che la squadra rispecchia il carattere dell’allenatore. I ragazzi hanno fatto due mesi a grande intensità, giocando anche un ottimo calcio. Ci può essere un periodo di rigetto, però i campionati non si vincono giocando benissimo tutte le partite, a parte che il nostro ‘meno bene’ vuol dire creare 7-8 occasioni da gol. Sicuramente dobbiamo giocare meglio tecnicamente rispetto ai primi tempi con Olympiacos e Palermo, bisogna sbagliare meno e ci vuole predisposizione da parte di tutti nella gestione della palla”. 

 

Calciomercato.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy