CONFERENZA – Allegri: “Coppa Italia troppo importante: manca da vent’anni. Pogba giocherà, su Barzagli devo decidere”

CONFERENZA – Allegri: “Coppa Italia troppo importante: manca da vent’anni. Pogba giocherà, su Barzagli devo decidere”

Tutto pronto per il match di coppa Italia contro la Fiorentina. Lo Juventus Stadium è sold out per la semifinale d’andata a cui i tifosi credono fermamente. Tutti presenti per spingere i bianconeri al raggiungimento di più obiettivi possibili. Intanto in conferenza ha parlato il tecnico livornese Massimiliano Allegri che…

Tutto pronto per il match di coppa Italia contro la Fiorentina. Lo Juventus Stadium è sold out per la semifinale d’andata a cui i tifosi credono fermamente. Tutti presenti per spingere i bianconeri al raggiungimento di più obiettivi possibili. Intanto in conferenza ha parlato il tecnico livornese Massimiliano Allegri che carica l’ambiente. Ecco domande e risposte in sala stampa:

Domani giocherà Barzagli?

“Non ho deciso la formazione che scenderà in campo. Andrea sta bene, ma valuterò oggi. Comunque sono ben otto mesi che non gioca, ha fatto solamente due amichevoli: decideremo insieme”.

Come far fronte alla Fiorentina?

“Giochiamo con una delle squadre più in forma del campionato che ha un buon calcio e un’ottima condizione psico-fisica. Livello tecnico a parte, le squadre di Vincenzo Montella giocano sempre un gran bel calcio”.

De Ceglie e Matri non si vedono da tanto tempo: troveranno spazio?

“Voi, forse, non li vedete da tanto tempo. Io li vedo ogni giorno perchè vengono agli allenamenti. Io posso schierarne solo undici di giocatori, come gli altri allenatori. Devo fare delle scelte. Magari domani giocherà chi è più in forma e con il Sassuolo chi gioca di meno. Vedremo, ma la Coppa Italia, per noi, è un obiettivo importante e che manca da vent’anni”.

Come stanno Pogba e Sturaro?

” Pogba sta bene e sicuramente sarà della partita. Sturaro sta meglio quindi verrà in panchina”.

A Roma, la squadra, a un certo punto si è fermata.

“Secondo me la Juventus, l’altra sera, ha giocato benissimo per settanta minuti. Ha letto benissimo la partita con la Roma e non gli ha concesso nulla nella prima parte del match. Poi abbiamo staccato la spina e, quando lo fai, non conta neanche la superiorità numerica. Si azzera tutto”. 

Però è una situazione che si presenta spesso. Abbiamo la sensazione che nessuna squadra abbia mai messo realmente in difficoltà la Juventus che però si è fatta mettere sotto da tutti.

“Forse non abbiamo ancora capito che dobbiamo stare più attenti a questo aspetto. Starà a me farlo intendere ai miei ragazzi e trovare modo e sistema perchè quei momenti della partita vengano gestiti in modo migliore”.

La Fiorentina ha un buon centro campo, pensa che punteranno molto al possesso palla?

“La Fiorentina gestisce molto bene il pallone sia per le caratteristiche dei singoli che per la mentalità di Vincenzo Montella. Ma noi siamo una squadra che comanda bene la partita”.

Dall’esterno sembra ci siano problemi con i calci piazzati.

“Le situazioni critiche sono arrivate quasi tutte da fermo. Abbiamo perso le marcature, dobbiamo lavorare in modo differente. Abbiamo bisogno di una soluzione che ci garantisca maggiore sicurezza”.

Con questa rosa, pensa sia possibile arrivare in fondo a tutte le competizioni che vi state giocando?

“Noi abbiamo il dovere di crederci. Siamo in un momento topico della stagione. Anche la semifinale è decisiva. O vinci o vai a casa. In campionato dobbiamo ragionare partita per partita perchè fino a questo momento abbiamo lasciato troppi punti per strada con le cosiddette “piccole” del campionato. Ma è con loro che si vince il campionato”. 

Pesa di più l’assenza di Reus o di Pirlo per la partita contro il Dortmund?

“A dire la verità Pirlo spero ancora di poterlo recuperare per quella sfida. Comunque Reus è sicuramente uno dei miglior talenti in Europa, ma con o senza lui dobbiamo centrare il nostro obiettivo”.

Dove giocano meglio Pereyra e Vidal? Con quale modulo pensa di scendere in campo?

“Pereyra è meglio da trequartista, ma in alcune partite può far bene da mezzala. Comunque crea una gran superiorità numerica. Per Vidal non è un problema, l’importante è che abbia ritrovato la sua forma fisica perfetta. Per il modulo deciderò quando sceglierò chi mandare in campo. Siamo ancora a 36 ore dalla partita”. 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy