100 MILIONI – La finale di Berlino fa sorridere le casse bianconere.

100 MILIONI – La finale di Berlino fa sorridere le casse bianconere.

Non bastavano i quattro Scudetti consecutivi. No. Madama è grassa, ingorda. Ma atletica, sempre a caccia. Non bastava la finale di Coppa Italia. No, la Juventus ha voluto spingersi anche all’ultimo atto della Champions League. Brand in alto, crescita esponenziale. Eh sì, casse bianconere colme di dobloni. Dobloni, monete, banconote.…

Non bastavano i quattro Scudetti consecutivi. No. Madama è grassa, ingorda. Ma atletica, sempre a caccia. Non bastava la finale di Coppa Italia. No, la Juventus ha voluto spingersi anche all’ultimo atto della Champions League. Brand in alto, crescita esponenziale. Eh sì, casse bianconere colme di dobloni. Dobloni, monete, banconote. Euro, ovviamente. Ma quanti euro? 100. Sì cento. Juventus monetaria in doppia cifra per la trionfale campagna europea 2014/2015. Certo, c’è da battere ancora il Barcellona, ma intanto la finale è stata raggiunta. E l’assegno UEFA sarà strabordante. 100 milioni ripartiti tra i bonus UEFA, ovvero 31, il market pool (diritti tv), 49,4 milioni circa e degli incassi al botteghino: di quelli casalinghi registrati sino alle semifinali, poco più di 14,5 milioni, si sommerà la quota del 30% dei proventi da biglietteria della finale organizzata dall’Uefa, di 3,7 milioni. Tra l’altro con gli 80 e più milioni di premi la Juventus diventa la squadra ad aver incassato di più nella storia della competizione. Con la Roma eliminata immediatamente, il market pool ha sorriso ai bianconeri avanzando man mano in Champions (meno euro ai giallorossi, più ai bianconeri, come da regole UEFA). 

 

Il fatturato stagionale della Juventus raggiunge quindi 315 milioni di euro circa, una trentina in più rispetto allo scorso anno. A questi si potrebbero aggiungere 4 milioni per la vittoria della Champions (6,5 assicurati per la finalista perdente, dieci dunque per la regina) e 4 per la partecipazione alla Supercoppa Europea contro Siviglia, Dnipro, Fiorentina o Napoli.

Il conto dei 100 milioni è ovviamente quello reale, accessibile a tutti. Ma il fatto di arrivare in finale di Champions League porta ben altro. Porta visibilità mondiale: le inglesi e le due spagnole rimangono le padrone del globo, ma nell’ultrio triennio Atletico Madrid e Borussia Dortmund sono riuscite ad avvicinarsi grazie alla finale. Persa ok, ma comunque essenziale per costruire il futuro in campo e fuori.

E cos’ la Juventus potrà attrarre nuovi sponsor, nuovi investitori, nuove partnership in giro per il mondo. 100 milioni nelle casse del sorridente Agnelli, 100 nuove opportunità per una Juventus in finale. Una Vecchia, signora, ingorda. (goal.com)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy