Sollievo Chiellini. E Osvaldo ha la febbre

Sollievo Chiellini. E Osvaldo ha la febbre

TORINO – Infiammazione al soleo del polpaccio sinistro: l’esito degli esami cui si è sottoposto Giorgio Chiellini, vittima di un infortunio al polpaccio sinistro domenica scorsa contro il Verona, va letto in una duplice direzione. Perché il sospetto di uno stiramento gravitava nell’aria di Vinovo, al punto che si temeva…

TORINO – Infiammazione al soleo del polpaccio sinistro: l’esito degli esami cui si è sottoposto Giorgio Chiellini, vittima di un infortunio al polpaccio sinistro domenica scorsa contro il Verona, va letto in una duplice direzione. Perché il sospetto di uno stiramento gravitava nell’aria di Vinovo, al punto che si temeva che il difensore toscano si sarebbe dovuto fermare per almeno 2 settimane, saltando dunque non soltanto l’impegno casalingo di domenica pomeriggio col Chievo, ma pure l’andata dei sedicesimi di Europa League allo Stadium contro i turchi del Trabzonspor, nonché il derby del 23 febbraio.

E BARZAGLI… – Gli accertamenti, invece, hanno dato un esito confortante. L’infiammazione al polpaccio fa sì che sia comunque molto complicato il recupero di Chiellini per domenica (nel caso, può essere confermato Angelo Ogbonna nonostante la prova acerba di Verona), ma in vista della stracittadina contro il Toro l’ottimismo cresce. Antonio Conte, nel frattempo, chiede aiuto anche al cielo: perché per domenica è fondamentale che Andrea Barzagli, alle prese con i postumi della solita tendinopatia che lo condiziona dall’estate passata, torni abile e arruolato. In caso di duplice forfait, invece, il trio difensivo anti-Chievo sarà composto da Martin Caceres, Leonardo Bonucci e Ogbonna.

 

 

INFLUENZA – Osvaldo è invece vittima dell’influenza di stagione. Ieri non si è allenato ma non c’è nessuna preoccupazione particolare per lo staff bianconero, alle prese anche con i dubbi sul recupero o meno di Andrea Barzagli, la cui tendinopatia va seguita senza sosta. Quanto al bomber arrivato alla Juve a gennaio, crescono le sue quotazioni in vista di domenica: a meno che la febbre non gli impedisca di giocare, contro il Chievo potrebbe dare il cambio a Fernando Llorente dal primo minuto.

(fonte tuttosport.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy