Moggi svela: “Del Piero via dalla Juventus? Problemi di spogliatoio”

Moggi svela: “Del Piero via dalla Juventus? Problemi di spogliatoio”

“Mi sarei comportato come Agnelli – dice l’ex dg – Alex non era un pensionato, ma stava giocando poco. Il caso di Totti è diverso. Bandiera? A 10 milioni l’anno è facile esserlo”. Assieme, Luciano Moggi e Alessandro Del Piero hanno vinto praticamente tutto quello che si poteva vincere. Ma…

“Mi sarei comportato come Agnelli – dice l’ex dg – Alex non era un pensionato, ma stava giocando poco. Il caso di Totti è diverso. Bandiera? A 10 milioni l’anno è facile esserlo”.

Assieme, Luciano Moggi e Alessandro Del Piero hanno vinto praticamente tutto quello che si poteva vincere. Ma quando si tratta di scelte di società, bando ai sentimenti. Come dimostra l’ex dg della Juventus quando a ‘Quelli del Lunedì’, programma settimanale di ‘Class Tv’, gli si chiede del trattamento ricevuto dal suo ex giocatore nell’ultimo anno bianconero, con la susseguente scelta australiana.

“Mi sarei comportato con Del Piero esattamente come ha fatto Agnelli. Le società di calcio non sono posti per accogliere la gente in pensione. Non che Del Piero fosse pensionato… però giocava poco alla Juventus, sicuramente da altre parti avrebbe potuto giocare di più. Poi, bisogna chiedere a Del Piero se fosse d’accordo… questo non lo so. Di sicuro, non era una bandiera così ingombrante da oscurare il giovane presidente Agnelli: semmai era un problema di spogliatoio”.

Già, ma far fuori senza troppi complimenti una bandiera è apparso alla stragrande maggioranza dei tifosi della Juventus una scelta indelicata da parte della società. “Nel calcio non esistono più le bandiere. Quando un giocatore prende 10 milioni l’anno non è più una bandiera, troppo comodo esserlo così” continua Moggi.

Moggi disegna poi un paragone con Francesco Totti, sottolineando come il suo caso sia completamente diverso da quello di Del Piero. “Lui è un giocatore ancora competitivo, la cui sola presenza dà una grande fiducia alla squadra, le dà una grande carica. Io sono convinto che possa giocare un altro paio di stagioni di alto livello, nonostante i suoi 37 anni”.

Insomma, parole che faranno certamente discutere. E che amplificano la voce di chi cerca di sostenere la tesi di una certa ingombranza di Del Piero nell’ultimo anno di Juventus, nonostante la storica vittoria bianconera di uno scudetto senza la macchia di una sola sconfitta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy