Fiorentina, Montella: “In campo sereni. Solo così battiamo la Juve”

Fiorentina, Montella: “In campo sereni. Solo così battiamo la Juve”

All in. Dentro o fuori. E’ vigilia di Europa League per la Fiorentina e domani al Franchi arriva la Juventus. “Ci sono enormi motivazioni – attacca Montella – contro un avversario di grande livello. Dovremo però giocare in modo sereno e con entusiasmo per poter dare il meglio. La Juventus…

All in. Dentro o fuori. E’ vigilia di Europa League per la Fiorentina e domani al Franchi arriva la Juventus. “Ci sono enormi motivazioni – attacca Montella – contro un avversario di grande livello. Dovremo però giocare in modo sereno e con entusiasmo per poter dare il meglio. La Juventus è abituata a sfide di questo livello, o con una posta in palio ancora maggiore”. Poi su Conte. “Ci conosciamo da tanti anni, lo stimo. Sicuramente durante la partita diventa un’altra persona e riesce a trasmettere tanta determinazione alla propria squadra”.

IDENTIKIT — “Dobbiamo mettere in campo le nostre caratteristiche, giocando con gioia – prosegue l’Aeroplanino -. Senza snaturarci per portare a casa il risultato. E metterci il vigore necessario. Io in futuro alla Juve? Sono professionista, spero di stare qui a lungo. Il resto è un gioco giornalistico e proprio non mi interessa”. E ancora. “Non è una finale anticipata: qualora dovessimo passare, ci sarebbero tanti altri turni con squadre forti”.

GOMEZ — Sul tedesco. “Sta crescendo, voglio valutarne le condizioni fisiche e poi decidere se impiegarlo dall’inizio. Contro la Juventus ci sta di iniziare con una tattica e finire con un’altra. Come al solito ho poche idee e confuse (scherza, ndr). Io non sarei stato adatto a giocare questo tipo di gare, serviva più uno come Batistuta (altra risata)”.

 

 

 

WEBB — Infine sul direttore di gara che fischierà domani al Franchi: “Webb è un grande arbitro, ma sarebbe stato ben accetto qualsiasi direttore di gara. Sicuramente lui mi piace molto”.

 

PASQUAL — Parola anche al capitano, in ballottaggio con Vargas per una maglia da titolare: “Alla Juventus toglierei Pirlo, uno di quelli che può sempre fare la differenza. La città aspetta questa gara, ma noi siamo sereni. Fioretto in caso di qualificazione? Diciamo che pagherei per uno zero a zero, visto che tutti ci dicono che prendiamo troppi gol. Davanti abbiamo una squadra che può mettere in difficoltà chiunque, ma vogliamo andare avanti. Molte persone pensano che abbiamo già passato il turno, questo ci ha sorpreso. Noi invece sappiamo il potenziale della Juve e non ci faremo contagiare da tutto questo”. (Gazzetta dello Sport)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy