Conte a Mediaset: “Vogliono criticarci ma noi andremo avanti”

Conte a Mediaset: “Vogliono criticarci ma noi andremo avanti”

Un soddisfatto Antonio Conte si presenta ai microfoni di Mediaset e commenta così la vittoria di stasera contro il Lione. Ecco quanto evidenziato da Juvenews.eu Nel primo tempo eravamo in difficoltà perchè ci mancava più di qualche uomo: difensori, centrocampisti. Il Lione ha cercato di non farci giocare ma nel…

Un soddisfatto Antonio Conte si presenta ai microfoni di Mediaset e commenta così la vittoria di stasera contro il Lione. Ecco quanto evidenziato da Juvenews.eu

Nel primo tempo eravamo in difficoltà perchè ci mancava più di qualche uomo: difensori, centrocampisti. Il Lione ha cercato di non farci giocare ma nel secondo tempo siamo cresciuti e abbiamo trovato il gol. E’ una vittoria importantissima. 

 

 

Tevez ha chiesto il cambio?

Tevez aveva un problema all’adduttore e siamo rimasti d’accordo che appena sentiva dolore mi avrebbe fatto dei cenni e io lo avrei sostituito. Così ho fatto ed ho buttato nella mischia Giovinco.

Conte sogna il doppio trofeo della stagione: Europa League e scudetto?

Oggi voglio parlare solo di Europa League. Siamo l’unica squadra a rappresentare l’Italia in Europa e cercheremo di andare più avanti possibile e di onorare questo percorso. Sarebbe bellissima la finale nel nostro stadio. I ragazzi sono stati molto attenti e vogliosi di riscattare la sconfitta di campionato.

Quanto è pesata la sconfitta in campionato?

La sconfitta contro il Napoli? sapete che a me non piace perdere e la sconfitta non fa mai piacere ma è stata salutare visto che stasera abbiamo vinto. Cercano di criticare questa squadra ma noi siamo grandi e vaccinati e andiamo avanti.

Un nome su tutti: Giovinco…

Giovinco? Possiede delle qualità incredibili e spesso inespresse. Deve credere di più in s stesso, deve credere di poter fare la differenza anche nella Juventus. 

Juvenews.eu

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy